Resta in contatto

News

Lotito su Milinkovic: “Non spero nulla, non mi sono posto il problema”

Inaugurazione nuovo negozio, Lotito: "Vorrei lo stadio pieno contro la Juve"

A margine della presentazione della scuola post carriera il presidente Claudio Lotito ha risposto ad alcune domande dei cronisti presenti.

Al termine della conferenza di presentazione sulla  scuola di formazione post carriera, Claudio Lotito si è intrattenuto ai microfoni dei cronisti presenti.

Il presidente tiene moltissimo al progetto: “La coltivo da quando sono diventato presidente. La formazione deve essere dell’uomo oltre che del calciatore”, ha detto. Inevitabili poi alcune domande sulla questione Milinkovic.

A che punto è la trattativa per Milinkovic?

“Parliamo di cose serie. Qui parliamo di cose culturali e voi scendete sempre nelle cose materiali”

Spera che non arrivi l’offerta?

“Ma io non spero niente. Che devo sperare? Spes ultima dea, io non spero nulla, non mi sono posto il problema. Il mercato lo abbiamo fatto. Ringraziando Dio non dobbiamo vendere per poter fare mercato”.

Soddisfatto della Lazio che sta nascendo?

“Questo lo diranno i risultati. Sicuramente è un gruppo coeso, determinato, c’è un bello spirito. È una bella cosa. Poi vedremo se questo spirito si tradurrà in risultati sportivi”.

Elusa la domanda per un possibile futuro di Tommaso Rocchi allenatore sulle orme di Inzaghi, il numero uno biancoceleste ha concluso con un quadro generale sulla programmazione di lungo termine della società.

“Noi investiamo sulle persone e sulla qualità di esse. L’ho sempre detto. Andando a riprendere le mie dichiarazioni di anni fa, c’è continuità e costanza in questo. Oggi siamo proiettati su una programmazione di crescita. Una cosa è certa: la mia soddisfazione che oggi la Lazio possa pensare ad un futuro stabile, senza preoccupazioni. Rispetto a situazioni instabili del passato, oggi facciamo mercato con tranquillità, non abbiamo obblighi e siamo liberi di decidere. Se le programmazioni saranno giuste o sbagliate lo dimostreranno i risultati. Sicuramente come organizzazione la Lazio è cresciuta a livello esponenziale. Il centro sportivo che abbiamo noi, non ce l’ha nessuno in Italia”.

 

Leggi anche:

Lazio,Frongia a Radio Radio: “Lotito non vuole il Flaminio”

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] ottimo spirito di gruppo è stato sottolineato anche dal presidente Lotito nella conferenza di questa mattina allo Stadio Olimpico. Questa sera invece, è stato il difensore biancoceleste […]

Ezio Impellizzeri
1 anno fa

E soltanto patetico oltre ad essere un disco rotto.

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News