Resta in contatto

News

Nel contratto di Inzaghi spunta il premio scudetto

Simone Inzaghi

Il Corriere dello Sport di oggi racconta dei retroscena sul rinnovo di Simone Inzaghi. C’è anche il premio scudetto.

È tornato mio figlio” pare abbia detto Lotito prima della cena che ha portato il rinnovo di Inzaghi. Il Corriere dello Sport riporta alcuni retroscena della trattativa e del nuovo contratto. C’è persino un premio scudetto.

Abili nel depistare gli occhi indiscreti, il presidente e l’allenatore si sono visti nel centro tecnico di Formello. Gli azzurri dell’U21, ospitati in ritiro per gli europei di categoria, avevano ricevuto la serata libera. trattativa andata avanti fino all’una di notte. Due anni di contratto e cifre intorno ai due milioni a stagione, più bonus.

Tra i premi inseriti, uno per il raggiungimento della Champions e uno più basso per l’Europa League. Poi un ulteriore riconoscimento legato alla conquista della Supercoppa e un altro se si bisserà il successo in Coppa Italia anche l’anno prossimo. Ma uno in particolare fa strabuzzare gli occhi. Previsto un premio scudetto di ben 400.000 euro. Un segnale simbolico per spingere a puntare sempre più in alto.

Le garanzie

Col rinnovo la linea è diventata comune, continua il pezzo del Corsport. Inzaghi ha chiesto delle garanzie per il mercato e la società sembrerebbe disposta ad accontentarlo. Serviranno delle cessioni, ma ci saranno anche delle conferme. Se partirà Milinkovic, verrà sostituito debitamente. Il mister vorrebbe trattenere almeno Luis Alberto, quindi si farà un tentativo per il suo rinnovo. La priorità assoluta però è per la difesa. Serviranno almeno due difensori per proseguire sul 3-5-2 come linea tattica principale, ma provando anche moduli alternativi.

 

Leggi anche:

Inzaghi nella storia: a fine stagione sarà l’allenatore con più panchine

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News