Resta in contatto

News

Lazio, l’ex biancoceleste Garlaschelli: “Vincere aiuta a vincere”

Lazio, l'ex biancoceleste Garlaschelli: "Vincere aiuta a vincere"

L’ex attaccante della Lazio Renzo Garlaschelli, campione d’Italia nel ’74, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio quest’oggi

Ospite nella giornata odierna di Lazio Style Radio un volto noto ai cuori biancocelesti: Renzo Garlaschelli. L’ex attaccante biancoceleste, settimo marcatore nella storia della società, ha parlato anche della sfida di campionato di domani contro il Cagliari e di Ciro Immobile.

Queste le sue dichiarazioni:

Una vittoria contro il Cagliari darebbe una spinta in più in vista della finale in programma mercoledì contro l’Atalanta di Gasperini, come si dice vincere aiuta a vincere. Il Cagliari dello Scudetto era uno squadrone, c’è poco da dire, Riva era un vero e proprio fenomeno. Un team composto da tutti grandi calciatori e veri uomini. È durata poco quella squadra, ma era fortissima.

Inzaghi in Sardegna compirà qualche cambio sicuramente, darà spazio a chi ha giocato meno, sicuramente avranno più motivazioni, ma è ovvio che il pensiero sarà alla finale della coppa nazionale contro gli orobici.”

Nonostante il periodo privo di marcature della punta biancoceleste, Garlaschelli si schiera comunque al fianco del bomber partenopeo:

Immobile è un calciatore sfortunato in questa stagione, ha preso tanti pali ed ha commesso qualche errore di troppo sotto porta, ma non credo che rimarrà fuori in questi match, troppo determinante per questo team. È un uomo simbolo e cardine di questa squadra, impossibile criticarlo così aspramente. Attualmente attraversa un momento no, ma rimane Ciro Immobile, non dimentichiamocelo mai.”

La Lazio deve offrire il massimo contro i sardi, bisogna rivedere una squadra in palla, è quello il fattore più importante, ritrovare se stessi ed essere al meglio per mercoledì.

I biancocelesti in questa stagione sono mancati sulle fasce, è mancata la spinta sugli esterni, sia a destra che a sinistra. Parolo quest’anno ha giocato poco, con l’Atalanta è stato uno dei pochi che si è salvato, vedremo la sua gestione durante queste due gare.

Mi aspetto comunque il massimo impegno dalla squadra di Inzaghi ed un ottimo finale di stagione.”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News