Resta in contatto

Esclusive

Calciomercato Lazio, 3 domande all’agente Urbani: “Senza Champions…”

Per analizzare alcune situazioni del calciomercato Lazio abbiamo intervistato l’agente FIFA, in attesa di capire come finirà la stagione

Con la stagione arrivata quasi al capolinea, è già tempo di cominciare a pensare al prossimo calciomercato Lazio. Per capire mosse, strategie e possibili scenari ci siamo rivolti all’esperto agente FIFA Luca Urbani.

Quanto potrà influire la mancata qualificazione in Champions sul calciomercato Lazio?

“Penso sia determinante per impostare una campagna di rinforzamento, cambierebbero tutti gli scenari con la partecipazione in Champions: servirebbe un mercato di grido. Come sostituire Milinkovic in caso di cessione? Non so il tipo di disponibilità per un eventuale investimento. Ci sono tanti giocatori, ma le strade sono due. O si punta su una scommessa, sempre rischiosa, o su un giocatore di esperienza, come è stato il Lucas Leiva di turno, rimesso a nuovo dalla Lazio. I giovani di B? Non possiamo parlare di Tonali, ormai sulla bocca di tutti. Quindi, senza scomodare i soliti noti, posso dire che Okereke dello Spezia e Ninkovic dell’Ascoli hanno stupito tutti”.

Quanto può valere Strakosha?

“È cresciuto in maniera esponenziale, non sono stupito perché dietro c’è il lavoro di un maestro come Grigioni. Mi sta piacendo anche per la sua serenità e personalità, è un lontano parente del calciatore titubante di Salerno. Vale almeno 30 milioni sicuro, è uno dei migliori prospetti che ci sono in giro”.

Come ti spieghi le difficoltà delle italiane in questa annata europea?

“Tanto più era in regresso la Nazionale l’anno scorso e tanto più le squadre di club avevano dimostrato tanto in Europa, penso alla Roma in semifinale e la Juventus a Madrid. Entrambe poi eliminate dopo episodi arbitrali dubbi. Mancini ha capito il problema e ha portato aria nuova. Ma il rapporto tra la crescita dell’Italia e quella delle società è inversamente proporzionale, siamo stati nettamente inferiori sia all’Ajax che all’Arsenal. La strada è stata tracciata ma è ancora lunga”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Esclusive