Resta in contatto

News

Siviglia-Lazio, Diaconale: “Crederci è un dovere”

Arturo Diaconale, portavoce della Lazio, a ‘Estadio Deportivo’ ha analizzato la gara in programma oggi alle ore 18.00 al ‘Ramón Sánchez Pizjuán’.

Nell’edizione odierna del giornale spagnolo, molto vicino alle vicende del Siviglia, questa mattina c’è un’intervista esclusiva ad Arturo Diaconale, portavoce ufficiale della società biancoceleste.

Signor Diaconale, la Lazio sogna di passare al Sánchez-Pizjuán?

“Credere di poter passare al ritorno contro il Siviglia è un dovere per tutti noi. Serve fiducia e coraggio per sperare di invertire il risultato dell’andata e passare”.

Non siete stati fortunati all’andata, visti i tanti infortuni…

“Come ha detto il nostro allenatore, Simone Inzaghi, la sconfitta contro il Siviglia non è stata meritata. Avremmo dovuto finire la partita con un altro risultato, ma questo è il calcio. Fa tutto parte dello stesso gioco”.

Oggi ci sarà Immobile in campo:

“Ciro è un giocatore indispensabile per noi. È tornato in campo domenica, nell’ultima gara di campionato contro il Genoa, e siamo molto felici di averlo recuperato”.

Sul Siviglia:

“Il Siviglia è un’ottima squadra, ha un sacco di qualità tecnica ed è sempre pericolosa. Tutti i loro giocatori sono di alto livello, ma noi siamo la Lazio. Dobbiamo e vogliamo fare una grande partita per superare il turno”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News