Resta in contatto

Rubriche

Inter – Lazio, #diamoinumeri: amuleto Milinkovic e Sarri quando vede nerazzurro…

Lazio, obiettivo provare a fermare la striscia positiva dell’Inter nel giorno del compleanno. E i numeri degli ultimi precedenti…

Di Daniele Caroleo

Per una particolare ironia della sorte, la sfida tra l’Inter dell’ex tecnico biancoceleste Simone Inzaghi e la Lazio di Maurizio Sarri si giocherà il 9 gennaio, giorno in cui il club capitolino festeggia i 122 anni dalla fondazione. Sarà dunque una domenica ricca di emozioni e di incroci particolari quella che si vivrà allo stadio San Siro, considerata anche la condizione delle due squadre in campo.

Secondo i dati a nostra disposizione, infatti, i nerazzurri hanno vinto solo 2 delle ultime 6 gare di campionato contro la Lazio e nel parziale sono riusciti a tenere la porta inviolata solo una volta, mentre la squadra biancoceleste ha subito 6 sconfitte nelle sue ultime 8 trasferte di Serie A allo stadio Meazza (tra Inter e Milan), trovando però il successo nelle 2 rimanenti.

C’è da sottolineare inoltre che la squadra guidata da Simone Inzaghi sta registrando la sua seconda miglior serie di imbattibilità casalinga in Serie A dall’inizio degli anni ’90, viso che al momento non ha perso nessuno degli ultimi 26 incontri interni nella competizione, e ha anche vinto 6 gare di fila in campionato con altrettanti clean sheet, mentre la Lazio arriva a questa sfida con ben 37 gol subiti, una dato negativo che non veniva raggiunto addirittura dal campionato 1960/61, quando, dopo 20 partite di campionato, i gol subiti furono ben 38 (al termine del torneo la squadra retrocesse in Serie B, arrivando ultima nella competizione).

Le note positive, statisticamente parlando, arrivano dal principale protagonista della recente sfida di campionato contro l’Empoli, Milinkovic-Savic, e dall’attuale allenatore del club capitolino, Maurizio Sarri. Il Sergente, infatti, ha già realizzato 5 gol contro l’Inter in Serie A (contro nessuna avversaria ha messo a segno così tante reti nella competizione) ed ha inoltre iscritto il suo nome nel tabellino dei marcatori in ciascuna delle sue ultime 4 presenze contro i nerazzurri in campionato. Il tecnico biancoceleste, invece, secondo quanto riportato da OPTA, risulta essere imbattuto da 7 gare di campionato contro l’Inter (parziale durante il quale ha ottenuto il successo ben 5 volte) ed in generale, tra gli allenatori che hanno affrontato i nerazzurri almeno 10 volte nell’era dei 3 punti a vittoria, nessuno ha una percentuale di successi più alta rispetto alla sua (il 55%, con 6 vittorie in 11 gare).

Chiudiamo, infine, con una piccola curiosità riguardante Ciro Immobile che, oltre ad essere andato a segno per il 6° anno consecutivo nella prima partita di Serie A dell’anno, può diventare uno dei 3 giocatori capaci di segnare almeno 15 gol in ciascuna delle ultime 6 stagioni nei 5 grandi campionati europei (per ora hanno tagliato questo traguardo Mohamed Salah e Robert Lewandowski). Un traguardo, tra l’altro, ampiamente alla portata, visto che al momento i gol segnati in campionato dal bomber di Torre Annunziata sono già 14.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Rubriche