Resta in contatto

Rubriche

Lazio-Galatasaray, ‘Diamo i Numeri’ di questa sfida europea e molto altro

Lazio-Galatasaray, nuovo appuntamento con la rubrica “Diamo i Numeri” di Daniele Caroleo. Focus sulla delicata sfida europea di domani e non solo.

Era il 24 ottobre del 2001 e la Lazio ospitava per la prima volta la formazione turca del Galatasaray, all’epoca allenato da Lucescu. Sulla panchina biancoceleste c’era seduto Zaccheroni, che era subentrato in corsa a Dino Zoff dopo il deludente inizio di campionato. La gara di quel mercoledì sera era valida per la quinta giornata del Girone D della Champions League, con le due squadre che avevano già avuto modo di affrontarsi qualche settimana prima, l’11 settembre 2001, in quel di Istanbul. Anche in quell’occasione, in Turchia, la Lazio aveva perso di misura e ora si doveva giocare il tutto per tutto per continuare a sperare in una qualificazione al turno successivo della competizione.

La prestazione, come spesso accadde in quella determinata stagione, non fu certamente eccelsa, ma la Lazio riuscì comunque a spuntarla, grazie al gol di Stankovic, entrato a partita in corso al posto di Stefano Fiore, dopo una bordata calciata dai 25 metri che fece insaccare il pallone nell’angolo alla destra dell’estremo difensore Mondragon. La vittoria contro la squadra turca e le relative speranze di passaggio del turno vennero però vanificate nella partita successiva, ultima giornata della fase a gruppi, con la Lazio che venne sconfitta a Nantes (anche in questo caso di misura) chiudendo la competizione come fanalino di coda del proprio gruppo, con appena 2 vittorie complessive, mentre il Galatasaray si andò a qualificare come seconda.

Contesto totalmente diverso, invece, quello del 25 febbraio 2016, quando il club capitolino ospitò nuovamente la formazione di Istanbul a Roma, questa volta per una gara valida per i sedicesimi di finale di Europa League. Nella sfida di andata (il 18 febbraio), la Lazio di Pioli aveva agguantato un importante pareggio per 1 a 1, grazie alla rete di un giovanissimo Milinkovic-Savic, che giusto qualche settimana prima (il 9 gennaio) aveva segnato il suo primo gol in Serie A con la casacca biancoceleste (in occasione della trasferta vinta per 3 a 1 contro la Fiorentina) e che proprio domenica scorsa è invece diventato il centrocampista più prolifico della storia della Lazio (superando Nedved e arrivando a quota 52 marcature).

All’Olimpico, in quella sfida del 2016, il Galatasaray viene battuto nettamente per 3 a 1, grazie ai gol di Parolo, Klose e Felipe Anderson (uno dei pochi reduci di quella sfida, insieme al già citato Sergej, a Radu e a Cataldi, all’epoca in panchina). Il cammino nella competizione per i biancocelesti, tuttavia, si interromperà nel turno successivo, contro lo Sparta Praga, capace di vincere 3 a 0 a Roma dopo il pareggio (1 a 1) in Repubblica Ceca.

Giungiamo quindi a giorni nostri, dove la Lazio di Maurizio Sarri, dopo la sfortunata sconfitta per 1 a 0 in Turchia, si ritrova a giocarsi il primo posto nel girone di Europa League nell’ultimo turno, proprio in casa contro il Galatasaray. Per passare come prima, ed accedere conseguentemente agli ottavi di finale della competizione, evitando quindi gli spareggi contro le retrocesse dalla Champions League, è necessaria una vittoria.

Secondo i dati diramati dalla UEFA, il bilancio complessivo del Galatasaray contro le squadre di Serie A nelle competizioni europee è di 8 vittorie, 9 pareggi e 8 sconfitte. Nessuno di questi successi è, però, arrivato però in Italia, dove la squadra turca ha uno score di 5 pareggi e 7 sconfitte. La Lazio, invece, negli impegni casalinghi della fase a gironi dell’Europa League ha un bilancio di 17 vittorie, 5 pareggi e solo 4 sconfitte. Dopo 17 risultati utili consecutivi a Roma, però i biancocelesti hanno perso 1-2 contro l’Eintracht Frankfurt alla sesta giornata dell’edizione 2018/19 ed è inoltre uscita sconfitta in 3 delle ultime 7 partite interne della competizione (lo 0-0 contro il Marsiglia alla terza giornata di questa edizione è stato il primo pareggio casalingo in 10 gare di Europa League all’Olimpico). Dal canto loro, il bilancio esterno del Galatasaray in questo torneo è di 7 vittorie, a fronte di 7 pareggi e di 4 sconfitte, senza dimenticare che nelle ultime 2 trasferte, in questo Gruppo E, non ha ancora subito gol (0-0 a Marsiglia e vittoria per 1-0 a Mosca contro la Lokomotiv).

Chiudiamo con una piccola curiosità: al di là del risultato di giovedì sera, la Lazio si appresta alla 76esima partita in Europa League dalla fase a gironi in poi: solo il Villarreal (a quota 88) ne ha giocare di più. I biancocelesti, per altro, hanno raggiunto il primato di PSV Eindhoven e Rapid Wien (anch’essi alla fase a gironi) di ben 9 partecipazioni a questa competizione.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da Rubriche