Resta in contatto

Approfondimenti

Lazio, tanto traffico sulle corsie laterali. Ma può essere un bene…

Il Messaggero: "Lulic si riprende la sua Lazio e firma il rinnovo"

Tra rientri dai prestiti, nuovi acquisti e conferme la Lazio rischia di ritrovarsi in sovrabbondanza di esterni. Ma potrebbe essere un bene per Inzaghi.

Traffico sulle corsie esterne per la Lazio. Attualmente in rosa ci sono Jony, Lukaku, Marusic, Lulic e Lazzari. A questi si aggiunge l’imminente acquisto di Fares dalla Spal e i rientri dal prestito a Salerno di Lombardi e Kiyne. In più ci sarebbe anche Patric, che però sembra definitivamente trasformato in un difensore puro. 8 elementi (9 contando l’ex Barcellona) che intasano le fasce. Ma la coda, proseguendo con le metafore automobilistiche, potrebbe rivelarsi utile.

Come scrive anche la Gazzetta dello Sport oggi, nel modulo di Inzaghi è proprio quello dei quinti il ruolo più dispendioso. E avere più uomini da ruotare non dispiacerebbe affatto al mister piacentino.

Da tre anni a questa parte, cioè da quando è stato adottato definitivamente il 3-5-2, si è assistito quasi sistematicamente a delle staffette fisse. O almeno così è stato quando si poteva contare sulla tenuta fisica di tutti. Già con Basta come unica alternativa sulla destra si avvertivano i primi scricchiolii. Dopo l’addio del serbo si è cercato di puntellare la situazione con un paio di innesti. Ma quest’anno l’incostanza di Jony e gli acciacchi di Lukaku, Marusic e Lulic, hanno creato non pochi problemi nelle rotazioni in rosa. Per questo la società punta ad accontentare il tecnico aggiungendo altre frecce al suo arco.

Di certo però non potranno restare tutti. Almeno un paio dei nomi elencati figurano infatti sulla lista dei partenti. E l’intenzione dell’allenatore sembra essere quella sostituirli proprio con i due giovani di ritorno dalla Salernitana. Hanno entrambi dimostrato versatilità tattica, oltre che ottime prestazioni sul campo. In questa stagione 10 gol e 3 assist per Kiyne, 5 gol e 4 assist per Lombardi. Soprattutto l’ex primavera, che con i biancocelesti ha già esordito segnando anche un gol decisivo a Bergamo, è particolarmente apprezzato da Simoncino. Lo conosce dai tempi delle giovanili, avendolo allenato lui stesso. Sa che può tornargli utile su entrambe le fasce.

Con la regola dei 5 cambi che rimarrà invariata e una Champions da disputare, ci sarà minutaggio per tutti. Il traffico, insomma, può diventare molto scorrevole.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Gufi gufi marameo tutti giù dal Colosseo...Insieme a Maestrelli l'allenatore più importante della Lazio. Onore a lui"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Approfondimenti