Resta in contatto

News

Lazio, le mosse di mercato secondo la GdS

Kiyine a TMW: "Lavoro per fare il salto di qualità. La Lazio un obiettivo"

Puntuali come tutti gli anni, con la pausa natalizia arrivano le indiscrezioni in vista del mercato di gennaio. In casa Lazio si guarda a centrocampo.

Il Natale è arrivato e ad abbellire gli alberi delle squadre di serie A ci sono le letterine dei desideri di calciomercato. La Gazzetta dello Sport ne parla oggi già in prima pagina. All’interno poi, sull’edizione romana, ci sono notizie anche sui movimenti in casa Lazio.

Il reparto dove i biancocelesti devono concentrarsi è il centrocampo. Conti alla mano, è proprio lì che la coperta sembra troppo corta. Già ceduto Durmisi. Con le valige in mano ci sono Minala, Djavan Anderson e Casasola. A loro si potrebbe aggiungere Berisha, se si troverà una destinazione dove possa rilanciarsi. In questo modo si creerebbero i presupposti per un innesto. I nomi fatti dalla rosea sono Sofian Kiyine, già di fatto di proprietà della Lazio, ma girato in prestito alla Salernitana, e Dominik Szoboszlai.

Il primo, 22 anni, ex Chievo Verona, è un esterno sinistro che può giocare anche come mezz’ala. Il secondo 19enne ungherese di proprietà del Salisburgo, è un pallino di Tare già da questa estate. Era stato individuato come possibile sostituto di Milinkovic e rimane un nome caldissimo anche per giugno prossimo. Ma non è escluso, scrive il giornale, un tentativo a gennaio.

 

Leggi anche:

Super Cataldi, il laziale “de Roma” ha svoltato

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Demente?mai come i laziali

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Sempre una squadra di m

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Speriamo che cataldi diventi la bandiera che ci manca dai tempi dell’addio di nesta

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Con L
Arrivo di Ibra al Milan si libera piatek… quello sarebbe il colpo da fare…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Ancora mi chiedo come la curva nord dell’Inter possa essere gemellata con i Laziali

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Io ho vissuto l era VINCENZO PAPARELLI ERO LI E NON SONO PIU ANDATO ALLO STADIO MA POI L ARRIVO DI BEPPE SIGNORI MI HA FATTO IMPAZZIRE E MI SONO..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News