Resta in contatto

Lazio Femminile

Lazio Women, Gambarotta: “Che orgoglio segnare nella stracittadina”

Una prova di forza quella di ieri per la Lazio Women ampiamente superata. Le aquilotte hanno portato a casa un punto importante nel derby contro la Roma CF

Un derby col sapore del riscatto per la Lazio Women. Il punto rimediato nella sfida di ieri contro la Roma Calcio Femminile ha animato gli spiriti delle ragazze biancocelesti.

Una sconfitta quella subita contro le stesse avversarie nella partita valida per la Coppa Italia lo scorso 10 novembre, rimasta davvero amara vista l’ottima prestazione della Lazio Women. Ieri per un momento è sembrato che potesse ricapitare tutto allo stesso modo.

Così non è stato. Le ragazze allenate da mister Seleman, in svantaggio nella prima frazione di gioco, hanno dimostrato tenacia e attaccamento alla maglia e alla fine sono state ricompensate. Un pareggio dunque che non sembra essere troppo stretto per risollevare gli animi e continuare il periodo assolutamente positivo in campionato.

Al termine della stracittadina, ai microfoni di Lazio Style Radio è intervenuta l’autrice del pareggio biancoceleste, il terzino Margot Gambarotta. Queste le sue dichiarazioni:

“Proviamo spesso le punizioni, è stato un orgoglio segnare nella stracittadina. Abbiamo avuto le occasioni per portarci in vantaggio, siamo riuscite, al di là delle emozioni provate, ad esprimere un buon gioco. La palla scorreva più veloce del solito, abbiamo portato a casa un punto d’oro: con la vittoria, però, avremmo potuto fare un balzo in avanti in classifica. La Lazio è una società seria che vuole portarci in alto, voglio ringraziare il Club per farci vivere questo sogno”.

Secondo la centrocampista Virginia Di Giammarino potevano arrivare i 3 punti, ma non manca anche nelle sue parole l’entusiasmo.

“Domenica scorsa avevamo già affrontato la Roma Calcio Femminile ed avevamo offerto una grande prestazione. Ieri potevamo portare a casa la vittoria, ma siamo riuscite a pareggiare e va bene così. Ho tanta responsabilità in mezzo al campo, mi chiedono di dare sicurezze giostrando la sfera nel centrocampo.”

Ho calciato in porta in occasione del gol, poi Gambarotta è riuscita a trovare la deviazione vincente. Fino all’ultimo abbiamo provato a ribaltare la sfida, ma il loro portiere è di assoluto livello. Potevamo fare qualcosa in più, ma ci rifaremo nella gara di ritorno”

Infine le dichiarazioni di mister Seleman, soddisfatto della prova di carattere delle sue ragazze e fiducioso del loro potenziale.

“Siamo una squadra molto tecnica e poco fisica, affrontiamo selezioni più pronte sul piano della presenza. Giochiamo senza paura mettendo in mostra il nostro fraseggio: ieri abbiamo pagato le condizioni del terreno di gioco. Dopo il vantaggio della Roma la gara si è complicata, ma le ragazze hanno reagito bene: avremmo meritato di vincere.

Quando siamo sotto nel parziale attacchiamo con quattro attaccanti, siamo stati bravi a trovare la parità con una punizione. Abbiamo svolto una grande prova, ma abbiamo perso lucidità negli ultimi dieci minuti di gioco. Con più concentrazione nel finale, forse, avremmo potuto trovare la rete. Stiamo crescendo sul piano delle consapevolezze, possiamo ancora migliorare”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Hai capito cosa vuol dire essere laziali, grazie a te

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 12 anni ero uno che quando segnava chinaglia urlavo e piangevo di gioa ,avevamo vinto due anni prima lo scudetto e appena quattro anni prima ero..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile aggancia Piola. Anzi no…! Ecco quanto manca

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da Lazio Femminile