Resta in contatto

News

Lazio e nazionali: Strakosha beffato all’ultimo, pareggio per Marusic

Controlli medici nel pomeriggio per Thomas Strakosha

L’Albania perde solamente al 90′ in casa della Turchia capolista del Gruppo H. Nel girone A, il Montenegro non va oltre lo 0-0 contro la Bulgaria

Due i giocatori della Lazio in campo stasera con le rispettive nazionali, Thomas Strakosha con la sua Albania e Adam Marusic con il Montenegro. Di gioie, però, i due biancocelesti ne hanno raccolte poche.

L’Albania cade solo allo scadere

Un’autentica beffa, l’1-0 subito dalla selezione di Edy Reja in casa della Turchia: gli ospiti reggono sullo 0-0 contro la capolista per tutta la partita, prima di capitolare al 90′ davanti al gol di Cenk Tosun.

Per Strakosha nuova conferma da titolare, con Etrit Berisha in panchina. Il gol dei padroni di casa, sul traversone di Irfan Kahveci, nasce da un’incomprensione tra il portiere laziale in uscita e il compagno di squadra Ismajili.

Nel Gruppo H di qualificazione agli Europei 2020, gli albanesi rimangono fermi a 9 punti: tre le lunghezze dall’Islanda, ben nove quelle dal duo di testa formato dallo stessa Turchia e dalla Francia.

Un punto per il Montenegro

Va leggermente meglio ad Adam Marusic, in campo 90 minuti come terzino destro. Il suo Montenegro non va però oltre lo 0-0 casalingo contro la Bulgaria, nel duello tra ultime della classe nel Gruppo A. Entrambe le nazionali hanno raccolto finora solamente 3 punti.

I biancocelesti in campo domani (sabato 12 ottobre)

Domani saranno tre gli alfieri della Lazio protagonisti delle qualificazioni europee: Francesco Acerbi e Ciro Immobile puntano a giocare dal primo minuto nel loro Olimpico, contro la Grecia. A caccia di spazio anche Luis Alberto, chiamato alla trasferta in Norvegia con la Spagna.

ACERBI & IMMOBILE: Italia-Grecia (qualificazione Euro 2020-Gruppo J) – ore 20.45, Stadio Olimpico di Roma

LUIS ALBERTO: Norvegia-Spagna (qualificazione Euro 2020-Gruppo F) – ore 20.45, Ullevaal Stadion di Oslo (Norvegia)

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Il loro livello non è da Champions ma neanche da serie B ? e comunque riescono ad acquisire titoli tipo Coppa Italia, invece una squadrona tifata da Sky, Rai Sport e Mediaset da tanti anni non se li prende ???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

So 2 seghe

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

vabbè so ragazzi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Il commento? Nessun commento…

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News