Resta in contatto

Luis Alberto: “Dovremmo stare più in alto”. E scherza sui suoi valori di FIFA

News

Luis Alberto: “Dovremmo stare più in alto”. E scherza sui suoi valori di FIFA

Il numero 10 si racconta al canale YouTube di EA SPORTS FIFA España: le parole di Luis Alberto tra le sue qualità al videogioco e la stagione con la Lazio

La convocazione con la Spagna ha attirato i riflettori su Luis Alberto, in patria sono tutti incuriositi dal momento che sta vivendo il numero 10 della Lazio. Dopo l’intervista concessa a Marca, il Mago è tornato a parlare in patria.

Stavolta il contesto è molto più “informale”, il trequartista biancoceleste è stato accolto nello studio di “El Corner”, rubrica YouTube curata da EA SPORTS FIFA España. Luis ha scherzato con l’intervistatore, criticando bonariamente i programmatori del videogioco per avergli assegnato solamente 84 alla voce “passaggi”:

“Credo che sia la mia miglior qualità, sono stato il miglior assistman della Serie A e credo che si debba alzare a 91!”.

Il diez spagnolo passa in rassegna anche le altre skill del suo clone virtuale:

“In difesa lasciamo 49. Fisico 59? Be’, possiamo un po’ aumentarlo, direi tra 60 e 65. Rapidità 71? Non ho la velocità di Mbappé, ma almeno 80 penso sia giusto. Anche tiro, 76 credo sia un po’ basso, magari aumentiamolo a 88”.

“Con la Lazio? Classifica da migliorare, ma non siamo lontani dall’obiettivo”

Da FIFA al calcio reale, Luis Alberto esprime la sua soddisfazione per il ritorno nella Roja:

“Sono molto felice per questa seconda convocazione con la Nazionale, mi godo il momento”.

E sulla stagione che sta vivendo con la Lazio dichiara:

“Siamo un bel gruppo, dovremmo stare un po’ più in alto in classifica ma va bene, siamo ancora all’inizio e non siamo così lontani dall’obiettivo che ci siamo fissati, per cui continuiamo così”.

 

Leggi anche:

Milinkovic, niente Nazionale: il Sergente è rimasto a Roma

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Spesso, per poter emergere, non serve essere i primi della classe, ma bisognerebbe avere dei bravi insegnanti che credano negli studenti e che vedano in loro qualcosa di positivo da poter sfruttare. Un buon maestro lo è stato Inzaghi per El Tucu Correa, che sembra aver trovato finalmente la sua dimensione all’interno dell’undici biancoceleste, dopo le esperienze maturative a Genova e Siviglia.
Per continuare a leggere il nostro approfondimento tecnico-tattico su Correa, per consigli fantacalcistici e molto altro ancora, seguici su TimeOut!

Advertisement
Lazio, Miti: Miroslav Klose

Mito Klose: cosa significa per te averlo visto segnare con la maglia della Lazio?

Ultimo commento: "Una grande emozione vederlo giocare con la mia maglia💙"
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Ero ancora felicemente abbonato(lo sono ancora adesso,ma solo per amore di mio figlio non per amore della Lotitese) e lui tirava fuori magie ad ogni..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "A Giorgio Chinaglia gli ho dedicato un libro, quando mi fu vicino nella malattia, tanti anni fa: "Il talento della malattia" edito da Avagliano...."
Lazio, i Miti: Ciro Immobile

Immobile, caccia ai record: cosa ti lega a King Ciro?

Ultimo commento: "[…] Ciro Immobile, il bomber a caccia dei record […]"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News