Resta in contatto

News

Gazzetta dello Sport: Lazio strada giusta, ma bisogna segnare

Roma - Lazio, segui la conferenza di Inzaghi insieme a noi

La Gazzetta dello Sport analizza la sconfitta della Lazio ieri sera a San Siro. KO ben diverso da quelli contro Spal e Cluj.

Terza sconfitta nelle ultime quattro partite per la Lazio. Ma quella di ieri è profondamente diversa dalle altre due. Lo scrive stamattina la Gazzetta dello Sport. A San Siro, pur perdendo, i biancocelesti dimostrano di essere in salute.

I limiti però ci sono e sono evidenti: poca lucidità sotto porta e fragilità difensiva quando viene attaccata. Nel dopo gara, però, Inzaghi si è detto comunque soddisfatto della prestazione (qui le dichiarazioni post partita). Questo il virgolettato riportato sulla rosea:

“Come prestazione non posso rimproverare assolutamente nulla ai miei giocatori. Abbiamo giocato come l’avevamo preparata, dovevamo solo essere più precisi sotto porta. Avevo chiesto personalità e in campo l’ho vista”.

Poi ha aggiunto:

“Penso che questa sia la prima gara che l’Inter vince senza meritarlo. C’è molto rammarico ma usciamo da San Siro a testa alta”.

 

Leggi anche:

Caso Immobile, Inzaghi: “Lui è un trascinatore”

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Me dici caxxo!!!??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sei patetico

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Per me non c’è tranquillità nello spogliatoio mai visto un Immobile così infuriato c’è qualcosa e non lo dicono ai tifosi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma mi spiegate che alla quinta giornata le altre corrono 90 minuti, mordono le caviglie degli avversari, e noi camminiamo.?

Andrea
Andrea
1 anno fa

Da Andrea io credo che i cambi siano stati sbagliati Ciro doveva iniziare e yoni non è un difensore sta facendo la find di berami Anderson perché compriamo ali per fargli fare i terzini .tutto ciò da molto dispenfio e poi ti bucano per stanchezza fisica

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News