Resta in contatto

Calciomercato

Calciomercato chiuso, gli ultimi affari dei club di Serie A

Calciomercato, l'ag. di Vecino: "Matias sta molto bene all'Inter"

Ultimo giorno di calciomercato per la Serie A e non solo: ripercorriamo insieme tutti i principali movimenti delle squadre del campionato

È suonato il fatidico gong delle ore 22, anche il calciomercato estivo 2019 è andato in archivio. Ultime ore di affari e trattative all’Hotel Sheraton Milan San Siro e non solo: tra Italia ed estero, sono state diverse le strade da seguire in questi sgoccioli finali.

Vediamo insieme le principali operazioni portate a termine dalle squadre di Serie A in questa coda di mercato.

VERDI TORINO – I granata depositano all’ultimo istante il contratto di Simone Verdi: l’attaccante lascia il Napoli in prestito con obbligo di riscatto, è ufficiale.

ICARDI PSG – La trattativa più clamorosa riguarda Mauro Icardi: il Psg e l’Inter hanno raggiunto l’accordo per il trasferimento dell’ex capitano nerazzurro sotto la Torre Eiffel. L’intesa è stata trovata sulla base del prestito con diritto di riscatto (per una cifra complessiva attorno ai 70 milioni). L’argentino è volato a Parigi insieme alla moglie-agente Wanda Nara: prima le visite mediche, poi la firma.

LLORENTE NAPOLI – L’attaccante spagnolo è un nuovo calciatore del Napoli: “Farò del mio meglio per raggiungere tanti obiettivi importanti”, le sue prime parole da neo azzurro.

MKHITARYAN e KALINIC ROMA – Due rinforzi tra trequarti e attacco per la Roma: dall’Arsenal arriva in prestito secco Henrix Mkhitaryan. Oltre al centrocampista armeno, è sbarcato nella Capitale anche Nikola Kalinic: l’ex attaccante del Milan lascia l’Atletico Madrid in prestito con diritto di riscatto. Intanto la Roma saluta Patrik Schick, ceduto in prestito al Lipsia, e Gonalons, che si accasa al Granada.

REBIC MILAN – Risolti gli intoppi nello scambio tra Milan ed Eintracht Francoforte: in rossonero arriva Ante Rebic, vicecampione del mondo con la Croazia ed ex attaccante della Fiorentina. In Germania vola invece André Silva.

NIENTE SCAMBIO BARÇA-JUVE – Ne hanno parlato, ma Barcellona e Juventus non porteranno a termine lo scambio tra Ivan Rakitic e Federico Bernardeschi: i bianconeri chiedevano una contropartita economica di 20 milioni, condizione non accettata dai blaugrana.

DARMIAN PARMA – Ufficiale l’acquisto a titolo definitivo di Matteo Darmian da parte del Parma: torna in Italia dopo l’esperienza al Manchester United.

PEDRO & GHEZZAL FIORENTINA – Colpo brasiliano della Fiorentina, che pesca dalla Fluminense il 22enne attaccante Pedro. In prestito con diritto di riscatto arriva poi Rachid Ghezzal, ala 27enne del Leicester. In viola anche Bobby Duncan, attaccante classe 2001 del Liverpool nonché cugino di Steven Gerrard.

CHIRICHES SASSUOLO – Il difensore romeno saluta Napoli e si accasa al Sassuolo: operazione in prestito con obbligo di riscatto, già ufficiale.

RIGONI SAMPDORIA – Emiliano Rigoni torna in Italia: visite mediche con la Sampdoria per l’ex Atalanta.

ROMULO BRESCIA – La pista sembrava tramontata nei giorni scorsi, ma c’è stata una riapertura improvvisa delle trattative: l’ex Lazio passa dal Genoa al Brescia

KJAER ATALANTA – Dopo la rescissione consensuale con Skrtel, l’Atalanta ha scelto Simon Kjaer: l’ex Palermo e Roma lascia il Siviglia per unirsi ai bergamaschi.

SALA SPAL – L’esterno destro difensivo Jacopo Sala saluta la Sampdoria e si trasferisce alla SPAL.

BABACAR LECCE – I salentini hanno concluso l’acquisto di Khouma Babacar dal Sassuolo.

RIGONI SAMPDORIA – In prestito dallo Zenit S.Pietroburgo, con obbligo di riscatto, arriva alla Samp Emiliano Rigoni.

MATRI BRESCIA – Colpo del Brescia, preso Alessandro Matri dal Sassuolo per rinforzare l’attacco: l’ex biancoceleste farà coppia con Balotelli in avanti.

STEPINSKI HELLAS – Mariusz Stepinski lascia il Chievo ma rimane a Verona: l’attaccante polacco giocherà nell’Hellas.

 

Leggi anche:

Lazio, Tare punta Raul Moro: tentativo per il 2002 del Barcellona

 

Guarda qui la nostra fotogallery del derby:

Lazio – Roma, le emozioni del derby nei nostri scatti

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Calciomercato chiuso, gli ultimi affari dei club di Serie A […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Scusate eh, ma ad una squadra che deve fare 3 competizioni, il voto non va dato ai titolari, ma alla panchina.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Società di pezzenti!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

nel nostro caso “calcio mancato”… rosa offensiva cortissima. radu lulic ancora titolari a sinistra… mercato ridotto all’osso, non all’altezza degli obiettivi dichiarati e del mercato delle competitors. come al solito direi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Mercato da 6 pieno. Nulla di più. Bene Lazzari e Jony. Vavro tutto da scoprire. Adekanye e Anderson per una squadra che pecca di personalità sono rischiosissimi. Per me una punta di livello per farti cambiare il tema tattico e sparigliare le carte in tavola ci sarebbe servita. Spesso ci dimentichiamo che facciamo l’Europa League e nelle rotazioni qualcosa rischiamo di lasciare. Milan e Roma in queste condizioni dovevano autorizzarti a fare qualche sforzo in più sul mercato (i soldi ci sono vedi i giocatori presi e pagati, e poi girati alla Salernitana, o anche Pavlovic dove si stavano mettendo… Leggi il resto »

trackback

[…] Calciomercato chiuso, gli ultimi affari dei club di Serie A […]

trackback

[…] Calciomercato live, i movimenti delle altre squadre di Serie A […]

trackback

[…] Calciomercato live, i movimenti delle altre squadre di Serie A […]

trackback

[…] Calciomercato live, i movimenti delle altre squadre di Serie A […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Noi nulla? Nemmeno una punta, una puntina, un ex punta? ?

trackback

[…] Calciomercato live, i movimenti delle altre squadre di Serie A […]

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Calciomercato