Resta in contatto

#CardoMercato

Milinkovic, tutto tace: cambio di strategia o quiete prima della tempesta?

Lazio, Sergej Milinkovic Auronzo

Pogba al Real, Milinkovic al Manchester United e il suo sostituto alla Lazio: in questo momento, la giostra delle mezzali ha subito uno stop: la situazione

A distanza di 9 giorni dall’accelerata sul giro delle mezzali, la giostra degli 8 ha subito un brusco stop. Tutto tace dal Manchester United per Milinkovic, i contatti sono interrotti da un po’ e non si capisce se trattasi della quiete prima della tempesta o di un cambio di strategia da parte dei Red Devils.

Sta cercando di saperne di più Kezman, il manager di Sergej, ed è in attesa la Lazio, che però appare serena e ribadisce che nulla si sta muovendo di concreto. Tutti i protagonisti della vicenda guardano a Madrid: il Real ha bisogno di Pogba per calmare una piazza stradelusa da una “pretemporada” avvilente, Florentino Perez prepara un’offerta da 160 milioni che però materialmente allo United non è ancora arrivata e quindi è tutto fermo. E alla fine del mercato inglese mancano 7 giorni.

Allora si può sperare che Sergej resti alla Lazio, sempre che sia motivato e non depresso per la mancata cessione? Troppo presto per dirlo, il momento è topico per il mercato inglese e per questa situazione. Il ragazzo firmerebbe volentieri quel contratto da 6 milioni netti a stagione per 6 anni proposto dallo United quando l’affare sembrava molto più vicino di adesso, la Lazio però assicura che se resterà in biancoceleste continuerà a fare la differenza, insomma giocherà da vero Sergej, non come la controfigura vista nei primi mesi della scorsa stagione.

Il problema semmai sarà per tifosi e cronisti, che anche dopo l’8 agosto dovranno fare i conti con mille voci sul futuro di Milinkovic, perché Real (ovviamente se non avrà preso Pogba), Psg e Juve, per esempio, avranno tempo fino al 2 settembre per acquistarlo e quindi il tormentone è destinato (purtroppo) a continuare. Tutto, meno un Sergej con la testa altrove nel derby del 1 settembre: questo sarebbe inaccettabile.

Se invece in questi giorni la giostra degli 8 si rimetterà in moto, allora bisogna solo sperare che l’erede del serbo sia all’altezza di una Lazio ambiziosa, visto che l’obiettivo dichiarato è la Champions e che Lotito ogni giorno ribadisce che, a prescindere dalla permanenza di Sergej, la squadra sarà più forte dello scorso anno.

 

Partecipa alla discussione sul muro del Tifoso:

Se rimanesse Milinkovic, la Lazio sarebbe completa?

 

Leggi anche:

El Tucu ricorda l’accoglienza calorosa dei tifosi di un anno fa

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement

Altro da #CardoMercato