Resta in contatto

News

Lazio, Jorge Silva: “Non mi aspettavo di essere chiamato in ritiro”

Jorge Silva innamorato: “Giocare nella Lazio era il mio sogno da bambino”

La Lazio ha iniziato gli allenamenti ad Auronzo: a disposizione anche il difensore portoghese salito dalla Primavera, che si racconta a Lazio Style Channel

Primo giorno di allenamento per la Lazio ad Auronzo, la mattinata si è conclusa con una partitella a campo ridotto. In grande spolvero Felipe Caicedo, in campo anche Jorge Silva.

Il difensore portoghese, lo scorso anno in Primavera, è stato aggregato da Simone Inzaghi al gruppo partito ieri per il ritiro estivo. Ai microfoni di Lazio Style Channel, ecco le sue prime impressioni:

Ci stiamo allenando bene e continueremo a svolgere bene il ritiro. Ho buone sensazioni, avevo il sogno da tanto e ho lavorato tanto per arrivare oggi ad Auronzo. Voglio migliorare giorno dopo giorno per restare in squadra. Lo scorso anno ho svolto qualche allenamento con la formazione di Inzaghi, mentre ora sono con loro tutti i giorni. Gioco dove vuole il mister, sono a sua disposizione“.

Non mi aspettavo questo ritiro, ma ne sono molto felice e sto lavorando tantissimo per restare in prima squadra. Quando ero in Portogallo venivo schierato in posizioni di campo più avanzate, posso ancora ricoprire quel ruolo. Mi piace uscire dalle retrovie con il pallone, mi sono trovato molto bene in difesa. Dopo l’esordio di Armini ho parlato con lui e sono stato felice: tutto il gruppo Under 19 ha aiutato la Primavera biancoceleste a tornare nella massima serie di categoria. Noi giovani ci stiamo mettendo in mostra e sappiamo che il mister è molto attento alla nostra crescita“.

 

Leggi anche:

La Lazio tra palestra e campo, inizia il ritiro: poker di Caicedo

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Fantastici ricordi di un signori eccezionale e letale per chiunque odiato dalla tifoseria romanista all'inverosimile. Quando Cragnotti senza preavviso..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News