Resta in contatto
Sito appartenente al Network

#CardoMercato

Jony, la situazione tra Lazio e Malaga è questa: le nostre indiscrezioni

Jony Lazio

Jony attende di diventare a tutti gli effetti un nuovo giocatore della Lazio, mentre dal Malaga non inviano il transfer: vi spieghiamo la vicenda

Con il suo arrivo a Fiumicino, mercoledì pomeriggio mentre la Lazio era in Campidoglio, Jony ha iniziato la sua avventura biancoceleste. A livello ufficioso, però, non ancora ufficiale.

Ieri erano previste le sue visite mediche in Paideia, sono slittate e non sono andate in scena neanche stamattina. Nel frattempo è emerso un tweet abbastanza sorprendente di Abdullah bin Nasser Al-Thani, il presidente del Malaga: “Non ho firmato nessun contratto“, ha risposto il proprietario del club andaluso, replicando a un tifoso che lo accusava di aver perso per pochi spiccioli il terzo assistman della passata Liga. Quindi, qual è la situazione?

Cosa succederà ora con Jony: le nostre indiscrezioni

In estrema sintesi, il Malaga non ha ancora concesso il transfer alla Lazio. A questo punto la domanda è: “Lo farà? E quando?”. Un quesito che non desta troppa preoccupazione ai piani alti di FormelloJony ha esercitato la clausola rescissoria prevista nel suo contratto con i Boquerones. Secondo cui, con il Malaga rimasto nella Segunda Division spagnola, il giocatore è libero di accasarsi in prestito in una squadra di prima divisione. La scorsa stagione è avvenuto con l’Alaves, adesso con la Lazio.

Ecco allora che, in mancanza del transfer da parte della società di Al-Thani, lunedì l’ala classe 1991 risolverà il suo contratto con gli andalusi e nello stesso giorno, al massimo martedì, raggiungerà i suoi nuovi compagni nel ritiro di Auronzo. Dopo quindici giorni dalla risoluzione, la Lazio potrà poi chiedere il transfer automatico alla Fifa e rendere il giocatore a tutti gli effetti utilizzabile per gli impegni ufficiali. Una situazione più spinosa del previsto, ma che non precluderà a Jony di diventare presto un nuovo giocatore biancoceleste a tutti gli effetti.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "60anni,ancora problemi di vita da risolvere ma ogni volta che torno ai tempi di Beppe Signori mi commuovo e la testa si riempie di ricordi strepitosi..."

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da #CardoMercato