Resta in contatto

Lazio, l’intervista a Giannichedda: “Contento per Inzaghi!”

Esclusive

Lazio, l’intervista a Giannichedda: “Contento per Inzaghi!”

La Lazio e Inzaghi ancora insieme, è contento anche l’ex centrocampista biancoceleste: abbiamo fatto quattro chiacchiere con lui al Premio Calabrese

Il rinnovo di Simone Inzaghi con la Lazio chiude una vicenda che aveva tenuto col fiato sospeso tutto l’ambiente biancoceleste. La conferma del tecnico piacentino rende felice anche un suo ex compagno di squadra come Giuliano Giannichedda.

L’ex centrocampista laziale è tra i premiati dell’ottava edizione del Premio Calabrese, a Soriano nel Cimino. Noi di Sololalazio.it siamo presenti all’evento e l’abbiamo intervistato.

– La vicenda Inzaghi si conclude nel modo più atteso e auspicato da tantissimi tifosi. Vale anche per te?

“È la soluzione migliore, Simone ha dimostrato di aver fatto bene, di essere cresciuto anno dopo anno, di aver impostato un gioco che ha portato la Lazio a vincere la Coppa Italia e a lottare sempre per un posto in Champions. Quest’anno poteva essere la volta buona, ma abbiamo vinto la Coppa Italia e alla fine va bene così. Sono contento sia per la Lazio che per Simone, perché è un ottimo allenatore”.

– Che idea di sei fatto della fase di stallo sul rinnovo, dei dubbi che potrebbe aver affrontato e superato Inzaghi?

“Bisogna vedere se avesse realmente dei dubbi o se fosse il gioco delle parti. Quella della Lazio non deve essere una rivoluzione, c’è un programma, c’è un direttore che lavora molto bene sul mercato. Bisogna aggiustare qualcosa, inserendo ogni anno un paio di pezzetti importanti per far sì che la Lazio lotti stabilmente per il terzo-quarto posto”.

– Riguardo al futuro di Milinkovic, Lotito ha spiegato che tutti dovranno avere la giusta determinazione per affrontare la prossima stagione…

“Milinkovic è un giocatore importante ed è chiaro che vorrebbe giocare nei top club che ambiscono a vincere campionato e Champions League. Lo scorso anno è rimasto perché aveva un accordo, un contratto, risultando anche decisivo nell’ultima parte della stagione. Ora bisogna vedere le condizioni, se dovesse arrivare una super offerta sarebbe difficile trattenerlo”.

– Luis Alberto da confermare o ha concluso il suo ciclo a Roma?

“Luis Alberto è cresciuto con la Lazio. Se rimane, deve cominciare meglio rispetto allo scorso anno. Se la Lazio vuole crescere, deve tenere i big e prendere qualcuno dove magari è un po’ carente. Se vuoi fare il salto di qualità, uno come Luis Alberto devi tenerlo”.

– Tu, Simeone, Almeyda fino a Leiva: stesso ruolo, stesso affetto da parte di una tifoseria che ama da sempre chi lotta in campo…

“Abbiamo caratteristiche per cui scendiamo sul terreno di gioco e diamo tutto. C’è chi per fortuna loro fa gol e chi deve correre e dare equilibrio. Una caratteristiche che per fortuna è apprezzata dai tifosi”.

 

Leggi anche:

Lotito su Milinkovic: “Tutti abbiano le motivazioni giuste”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Esclusive