Resta in contatto

Approfondimenti

Lazio-Sassuolo, Lulic: “Eravamo troppo sicuri di vincere”

Lazio-Sassuolo, Senad Lulic

Lazio-Sassuolo, le parole a bordo campo a fine partita del capitano Senad Lulic dopo il pareggio in extremis.

Il capitano Senad Lulic ha salvato la Lazio da una figuraccia. La sua zampata a tempo quasi scaduto vale il 2 a 2. Ma la Lazio ha sprecato un’altra occasione. A Sky sport, prima di rientrare negli spogliatoi, ha commentato così la partita: “Abbiamo fallito un’occasione importante, dovevamo segnare prima. Dovevamo portare a casa la vittoria. Bisogna lavorare sulle situazione come il gol subito nell’ 1 a 1. Ci siamo lasciati andare dopo il vantaggio. Eravamo troppo sicuri di vincere, poi abbiamo rischiato di perderla. Col pareggio ci siamo un po’ salvati. Potrebbe rivelarsi un punto importante, ma dobbiamo giocarcela fino alla fine contro tutti. Sbagliano tutti. Sbagliamo anche noi. Però ci crediamo e lottiamo fino alla fine per la Champions“.

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
19 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Parole giuste eravate sicuri…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma vi rendere conto dell’assurdità?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Avete già deciso che no volete andare in coppa campioni,basta vederci giocare.siamo penosi
Spero nella.coppa Italia perché così neanche on Europa League andiamo, basta vedere il calendario

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Infatti guarda che vittoria non siete più capaci a giocare bene

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

lulic con quel goal al derby campa de rendita ..nn se po guarda’

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Mi dispiace ma ci avete delusi, non ci sono scuse per questa partita!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non bisogna mai fidarsi dei più deboli, perchè sanno difendersi meglio dei più forti…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Siete una squadra senza palle in mano a due scarpari come te e Radu che mentre Berardi scappava da una parte, lui scappava dall’altra. Inzaghi un allenatore che non sa inventare una mossa che sia una per addrizzare una partita

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Infatti…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Così non si va da nessuna parte però eh!!! ???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

In queste condizioni scordiamoci la Champions

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

forza ragazzi iscrivevi al canali youtube dei veri laziali https://www.youtube.com/watch?v=81gmQADhI4A

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Come a Ferrara…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

No Inzaghino quando è sotto pressione toppa sempre! Si è sconfissato da solo : guardate come ha riparato gli errori no gli orrori: Badelj per Leiva…L’elefante in cristalleria. ..Per Correa …Parolo per Milincovjc …Ancora Patric indiscplinato …Solo i tifosi incomiabili per fede e fiducia!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bianchi Franca .caro Lulic con il calcio non sie mai sicuri comunque va bene cosi’bacioni a tutti voi nonna Franchina for?za Laziooooo!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ce sarebbe da segna’ pe vince

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Con quei passaggi sbagliati che hai fatto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ci vuole la qualità..
Lulic Marusic Patric hanno avuto la possibilità di mettere una serie infinita di cross il 90% era ingiocabile..
Una partita dominata l’hai praticamente persa per colpa di questo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ci vuole il carattere della Juventus e la società che investe

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Approfondimenti