Resta in contatto

Approfondimenti

Lazio-Sassuolo, Lulic: “Eravamo troppo sicuri di vincere”

Lazio-Sassuolo, Senad Lulic

Lazio-Sassuolo, le parole a bordo campo a fine partita del capitano Senad Lulic dopo il pareggio in extremis.

Il capitano Senad Lulic ha salvato la Lazio da una figuraccia. La sua zampata a tempo quasi scaduto vale il 2 a 2. Ma la Lazio ha sprecato un’altra occasione. A Sky sport, prima di rientrare negli spogliatoi, ha commentato così la partita: “Abbiamo fallito un’occasione importante, dovevamo segnare prima. Dovevamo portare a casa la vittoria. Bisogna lavorare sulle situazione come il gol subito nell’ 1 a 1. Ci siamo lasciati andare dopo il vantaggio. Eravamo troppo sicuri di vincere, poi abbiamo rischiato di perderla. Col pareggio ci siamo un po’ salvati. Potrebbe rivelarsi un punto importante, ma dobbiamo giocarcela fino alla fine contro tutti. Sbagliano tutti. Sbagliamo anche noi. Però ci crediamo e lottiamo fino alla fine per la Champions“.

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Approfondimenti