Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Lazio Primavera, stop con il Frosinone: adesso si complica la promozione

Lazio Primavera, nuova battuta di arresto contro il Torino

Lazio Primavera, al Fersini arriva il Frosinone

Si complica il cammino della Lazio Primavera. La squadra di Bonacina impatta tra le mura amiche contro un Frosinone attento. Nella sfida delle 14.30 Lazio-Frosinone termina 0-0 in un match davvero povero di occasioni. Ai biancocelesti il rimpianto di aver centrato un palo nella prima frazione. Ora la promozione si allontana sempre di più per i baby biancocelesti.

Tabellino di gara

Lazio (3-5-2): Alia; Armini (Cerbara 87′), Baxevanos, Silva; Zitelli (De Angelis 45′), Czyz (Cesaroni 74′), Bianchi, Mohamed, Falbo; Capanni, Scaffidi (Nimmermeer 45′). A disp.: Marocco, Moretti, Kalaj, Arapi, Francucci, Shoti. All. Valter Bonacina

Frosinone (4-4-2): Marcianò; Cerroni, Esposito, Verde, Angeli; Tonetto, De Florio, Obleac, Errico; Altobello (D’Angeli 27′), Simonelli. A disp.: Capogna, Capodanno, Marchizza, Esposito, Venturini, Ortenzi, Natalucci. All. D’Antoni

Ammoniti: Falbo (L), Angeli (F), Errico (F)

Scialbo 0-0 contro i ciociari

Al Fersini la Lazio Primavera va a caccia di punti per centrare ancora la promozione diretta. La prima frazione scorre sotto gli occhi di Inzaghi, Tare, Immobile e Acerbi presenti a Formello per la consueta conferenza. Un Frosinone pungente riesce ad andare a riposo sullo 0-0, con una Lazio cresciuta verso la fine della prima frazione. L’unico squillo vero e proprio della formazione di Bonacina nei primi 45′, è il destro al volo di Armini che, a due minuti dall’intervallo, si stampa sul palo a Marcianò battuto. All’ intervallo Zitelli esce di scena. L’esterno, accompagnato in ambulanza per via precauzionale, lascia il centro sportivo di Formello. Seconda frazione sulla falsariga del primo tempo, con la Lazio a fare la partita e Frosinone abile a chiudersi, ma senza disdegnare qualche ripartenza. Biancocelesti che però non riescono mai a rendersi pericolosi dalle parti di Marcianò e la partita termina così a reti bianche. Pareggio pesante per i ciociari, che possono ancora sperare nella qualificazione ai playoff. Per la Lazio, ora a 3 lunghezze dalla capolista Pescara, si complica terribilmente il cammino verso la promozione diretta, a poche giornate dal termine della regular season.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News