Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Lazio, Basic: “Voglio giocare di più per essere utile alla squadra”

Il centrocampista croato, festeggiato di oggi, ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio:

“È il mio secondo compleanno alla Lazio, rispetto allo scorso anno parlo meglio l’italiano e questo mi permette di interagire meglio con la squadra. È cambiato tutto rispetto a dodici mesi fa. Il mio obiettivo è giocare sempre di più ed essere utile alla squadra. Per crescere ancora molto mi manca solamente il gol, sto migliorando e penso di poter essere utile alla squadra. Ieri ho visto la partita di Milinkovic così come la Croazia che non ha un girone semplice da affrontare. È un Mondiale interessante, tutti possono vincere. L’Inghilterra è molto forte, può disputare un buon torneo. Nella mia top undici dei campionati mondiali senza dubbio l’intoccabile è Modric. Il primo compagno di squadra a farmi gli auguri è stato Kamenovic, poi Cataldi e tutti gli altri. Abbiamo fatto una buona prima parte di stagione, possiamo continuare così e rimanere in alto in classifica. Nazionale? Il mio obiettivo al momento è essere importante per la squadra. Al rientro dalla sosta dobbiamo pensare solamente a noi anche perché se davanti continuano con questo ritmi è complicato rimanere attaccati. Dobbiamo essere concentrati solamente sul Lecce. Ho giocato un derby e ho vinto, è un qualcosa di perfetto. Posso giocare in ogni posizione del centrocampo. In Francia giocavo in un 4-2-3-1, era un modulo differente. Tra le mie passioni c’è la chitarra e le freccette. Ho un bersaglio in camera per allenarmi. Sono bravo anche a cantare.”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News