Solo La Lazio
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Lazio, Acerbi: “La gente non sa come funziona uno spogliatoio”

Francesco Acerbi ha parlato ai microfoni di Dazn nel post partita.

Una vittoria importante per la Lazio che dimentica la brutta prestazione di Sassuolo. In attesa delle gare di Roma e Juventus, la Lazio le raggiunge in classifica al sesto posto

Le parole del difensore biancoceleste.

“Siamo sempre noi ma facciamo fatica soprattutto nelle distanze. La testa pensa ancora troppo e i movimenti non sono ancora assimilati bene dal gruppo. Vinciamo a Venezia e poi un po’ di relax. Le critiche? Mi frega meno di zero. La gente non sa come funziona uno spogliatoio, per fortuna, ma con l’allenatore che abbiamo e con i giocatori che abbiamo non possiamo stare al decimo posto. I tifosi? Ce ne sono meno ora del Covid. Ci mancano, però oggi allo stadio erano presenti in 5 mila. Meglio di niente”.

Subscribe
Notificami
guest

15 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
JOAHN CRUIJFF
JOAHN CRUIJFF
2 anni fa

Mi sembra, da parecchi commenti odierni, che si voglia ‘a tutti i costi’, si fa per dire.. ovviamente, una Lazio ‘Sarrista al 100%’ per l’immediato futuro. P.s Per coerenza, oltre a tifare esclusivamente per “l’ allenatore-profeta” napoletano, forse.. un po’ bollito, presumo vi sarà sicuramente un ritorno ‘in massa’ allo Stadio Olimpico, per ammirare una Lazietta priva di Luis, Sergey, Ace, Ciro e gli altri dissidenti. (con Arthur, Botheim, Rugani e tanti altri fenomeni.. però).
Domando: Si potrà fare ‘l’inchino’ anche
al Gestore ( prossimo Senatore ) ed al suo ‘zerbino’ Tare?? Wow, che spettacolo!.. Non
vedo l’ora!

Val
Val
2 anni fa
Reply to  JOAHN CRUIJFF

Sarri non è Guardiola, ma uno che si ispira a quest’ultimo.

Personalmente continuo a non capire l’hype attorno a questo tecnico: non ha inventato granché.

La sua dichiarazione di voler cambiare progressivamente i calciatori, per prenderne altri più congeniali alla sua filosofia di gioco, era comprensibile seppur non condivisibile dal punto di vista di chi mette la qualità del calciatore sopra la filosofia di gioco in termini di priorità.

Poi arriva la dichiarazione di voler rifondare completamente tutto d’un fiato la squadra, in favore di calciatori senza esperienza ed apparentemente dalle qualità individuali inferiori.

Il tutto senza fissare dei paletti in termini di obiettivi da raggiungere e/o misurabili concretamente.

Non mi sembra un buon piano d’azione. Sicuramente stride con il termine “pianificare”.

Con eventuali malumori dell’ambiente a fronte di cessioni importanti che potrebbero avvenire, si sventolerà la questione “maturità dell’ambiente”.

Si citeranno all’uopo ed a sproposito le vicende Nedved e Beppe Signori.

All’epoca di quei due episodi, sicuramente fu irrazionale da parte dell’ambiente non vedere che la società a fronte di cessioni importanti faceva anche altrettanti acquisti importanti.

È da ritenere legittima l’etichetta “mancanza di maturità” in quel contesto.

Nel contesto odierno, invece, sarebbe un sanissimo spirito di auto conservazione a muovere gli eventuali malesseri.

Ecco se per “maturità” ci si riferisce a quella del bestiame da macellare, difficilmente questa qualità appartiene all’ambiente Lazio.

Magic
Magic
2 anni fa

Francesco ti ho sempre ammirato per ciò che fatto dentro e fuori dal campo ma stasera mi hai deluso tantissimo: le critiche si accettano e non ci si comporta così. Sei pagato fior di milioni anche per accettare le critiche dei tifosi e dei media, se non le accetti per me puoi andare via a che a gennaio. Non ho mai sopportato questi gesti e questi atteggiamenti soprattutto perchè dimostrano tanta presunzione e zero umiltà (visto anche che Acerbi nelle ultime partite stava giocando malissimo). Mi dispiace ma stasera mi sarei aspettato di tutto ma non un’uscita del genere da parte di Acerbi.

Val
Val
2 anni fa
Reply to  Magic

Ma per piacere. Pensa se c’era da gestire un Chinaglia nello spogliatoio… Ti saresti messo a discutere di come si smacchia un giaguaro o si pettina una bambola?

Il gesto verso i tifosi é censurabile e merita di essere condannato, anche perché già siamo in pochi allo Stadio e meriteremmo molto più rispetto.

Poi forse é anche comprensibile il suo nervosismo per le critiche ricevute senza alcun fondamento, visto che é uno dei pochi in questa squadra a tirare fuori gli attributi quando servono.

Solo chi non fa nulla nella vita non commette mai errori.

Ma il vero artefice di questo grandissimo caos é e rimane Sarri, che ha scaricato la colpa della sconfitta sul Sassuolo su Acerbi.
Creando artatamente un caso che é stato cavalcato da alcuni opinionisti talebani per Sarri.

Anche in Inghilterra quando allenava il Chelsea i tifosi si sono resi conto che quando perdeva (tipo sonoramente 6-0 con il City…) non si assumeva mai una responsabilità, ma scaricava tutto sui giocatori adducendo le medesime panzane mentali: la palla in rete non la metti con la telepatia.

Alla Juventus ha creato un caos nello spogliatoio, Buffon lo ha recentemente rivelato.

#sarriout

Magic
Magic
2 anni fa
Reply to  Val

Val sono d’accordissimo con te però come ha sbagliato Sarri a scaricare pubblicamente le colpe su Acerbi dopo la partita di Reggio Emilia la medesima cosa ha fatto Acerbi stasera prima con quel gesto verso i tifosi (ripeto la.l mia opinione, sono pagati fior di milioni anche per sentire le critiche da parte dei tifosi e della stampa altrimenti potrebbero tranquillamente andare a giocare in una piazza senza pressione tipo Empoli o Venezia) e poi con quelle dichiarazioni perché Acerbi non è da quest’anno che sbaglia, io anche con Simone Inzaghi ho visto fare molti errori a Francesco post lockdown.

Val
Val
2 anni fa
Reply to  Magic

Come ho scritto: il gesto verso i tifosi è sicuramente censurabile, non per la questione “è pagato milioni e quindi deve essere un chierichetto”.

Tutti i calciatori sono pagati fior di milioni, anche di più in altre squadre.

Questa è la realtà in cui viviamo, o la si accetta e nel bene e nel male ci si adatta ottenendo il meglio, oppure la si prova a combattere con il rischio di avere poi una squadra che non raccoglie alcun risultato sportivo concreto.

Ti ricordo di nuovo: il ricordo del Napoli di Sarri si perderà nel corso del tempo, quello del Napoli con Maradona resterà scolpito nella storia del calcio per sempre nonostante il pibe de oro non fosse certo un santo per stile di vita.

JOAHN CRUIJFF
JOAHN CRUIJFF
2 anni fa
Reply to  Val

Val, sei come al solito ‘straripante’ nello spiegare concetti MAI BANALI, e lo fai in maniera completamente esaustiva e semplice, per chi vuole capire.. NON per chi utilizza delle mere discussioni come chiaro pretesto di auto-certificazione del proprio super ego, a livello opinionistico ‘DI MODA’.. o forse politico. Con la conseguente mancata comprensione(off..) di ciò che SAREBBE LAMPANTE per la maggior parte di persone sportive, ma
non Laziali ed ‘esterne’ a tale ambiente. P.s Infine, voglio ribadire come hai fatto tu, che l’esperienza ‘Sarrista’ a NAPOLI è ormai piuttosto datata.. FU FALLIMENTARE IN TERMINI DI RISULTATI
SPORTIVI FINALI, per un grande Presidente ed Imprenditore come De Laurentis. Il quale spese, spesso, centinaia di milioni di euro, per costruire quelle ‘corazzate calcistiche’, ossia SQUADRE BELLISSIME A VEDERSI, ma “fumose e sterili” allo stesso modo.. nel concretizzare CIÒ CHE TUTTI I TIFOSI NAPOLETANI AUSPICAVANO REALMENTE!

Val
Val
2 anni fa
Reply to  JOAHN CRUIJFF

Ti ringrazio.

Cerco semplicemente di pensare con la mia testa, e posso sbagliare.

Anzi, come ho scritto in precedenza, l’augurio è che mi sbagli e parecchio su Sarri.

Ottimo anche il tuo spunto: Claudio Lotito non è Aurelio De Laurentis.

Sul “Sarrismo” ho esattamente la tua stessa opinione, e l’agitare l’esperienza napoletana di Maurizio Sarri comincia sempre più ad assomigliare ad una carota messa di fronte ad un ronzino per fargli tirare la carretta.

Anche qui: l’augurio è che invece Sarri riesca ad ottenere buon gioco sul genere di quello visto in quella esperienza, e maggiore concretezza in termini di risultati e trofei.

Concludendo: così come si chiede cautela nel giudicare troppo frettolosamente l’operato visto sin qui di Sarri alla Lazio —obiettivamente pessimo— altrettante, se non superiori cautele bisognerebbe avere prima di smantellare completamente una squadra costruita negli ultimi anni pur di credere ciecamente senza sé e senza ma nel tecnico.

JOAHN CRUIJFF
JOAHN CRUIJFF
2 anni fa
Reply to  Val

Spero anch’io di essere smentito completamente dai fatti, solo per il bene
della Lazio! P.s Ti rendi conto che facendo critica ‘costruttiva’ e non certo
‘distruttiva’, dobbiamo sperare di avere assolutamente torto?.. Non siamo in moltissimi, purtroppo, a pensare con la nostra testa. Vedremo cosa succederà più avanti, perché dicono tutti o quasi.. che ci vuole molto tempo per giudicare l’ operato dell’allenatore. OK, magari è così, però continuo a vedere tanta confusione e poche idee chiare, anche e soprattutto da parte della Società.
E’ come se noi due o tanti altri, che la pensiamo un po’ diversamente dalla
massa, godessimo di “eventuali” insuccessi o ‘fallimenti’ sportivi dei biancocelesti, traendone qualche beneficio o soddisfazione.. Sono Laziale da quarant’anni(DA SEMPRE), e ti dico che tutto ciò È ASSURDO! Saluti e SFL

Val
Val
2 anni fa
Reply to  JOAHN CRUIJFF

Me ne rendo conto, e come ti ho detto non ho affatto paura di avere torto. Anzi lo spero proprio in questa circostanza.

Però non posso far a meno di vedere certe cose non fermandomi alle apparenze ed ai trend del momento.

Viceversa non sarei della Lazio.

Ma in quale altro ambiente mentre si sta in crisi di risultati e si vince 3-1 una gara non affatto scontata, escono fuori attriti e ruggini invece di una pseudo pace? Oltretutto in tempi natalizi?

Solo noi! 😫

Vabbè mettiamola così: almeno non ci si annoia, via.

DajeSSL1900
DajeSSL1900
2 anni fa
Reply to  Val

Premesso che sono d’accordo con Magic sul fatto che Acerbi non sia nuovo a dichiarazioni come minimo poco oculate e come tale vada giustamente criticato, stando a diversi commenti di chi era allo stadio sembrerebbe proprio che, nonostante la vittoria, la quadra fosse tutto fuorchè serena e coesa, con alcuni che si mandavano a quel paese dopo un passaggio sbagliato, altri che hanno lasciato il campo inca**ati non si sa bene con chi, e con lo stesso Acerbi che a detta di qualcuno avrebbe fatto quel gesto dopo il gol rivolto prima a Sarri e poi ai tifosi.
Se così stanno le cose, c’è davvero poco da stare allegri…

Val
Val
2 anni fa
Reply to  DajeSSL1900

Io ero allo stadio e posso darti una mia interpretazione della cosa in PARZIALE difesa di Acerbi.
Sottolineo che sto interpretando la cosa, quindi quanto scrivo vale i miei due centesimi.

Potrà non piacere a qualche “drone” Sarrista o qualcuno che in questi anni è finito nella sindrome di Stoccolma Lotitesca per cui o SOTTO di lui, oppure traditori della maglia bianco celeste.

La ragione principale sarebbe da ricercare nella gogna che c’è stata nei confronti di Acerbi con quella dichiarazione di Sarri dopo Sassuolo-Lazio.

La nord durante la partita ha intonato un coro pro-Sarri (mai sottovalutare la tendenza di noi biancocelesti all’autolesionismo… Sarri non è Fascetti o Maestrelli).

Di qui la doppia reazione di Acerbi.

Quella verso Sarri ci stava ed è del tutto normale in una squadra di calcio, quella verso i tifosi come ho già detto va condannata ma allo stesso tempo anche compresa onde evitare di cadere in un trappolone ormai a me evidente.

Il trappolone cui mi riferisco è la delegittimazione dei calciatori più importanti che abbiamo in rosa, onde venderli per fare cassa, ripartendo da un non ben precisato nucleo di nuovi calciatori “giovani e plasmabili” con altrettanto meno precisati obiettivi in termini di risultati da ottenere.

DajeSSL1900
DajeSSL1900
2 anni fa
Reply to  Val

Grazie mille della risposta e della testimonianza diretta! 🙂
p.s.
Poi a scanso di equivoci ci tengo a precisare ancora una volta che io non faccio affatto parte dei sarristi, ho passato l’estate a sostenere (prendendomi per questo tanti insulti e pernacchie) che secondo me l’uomo giusto per la nostra panchina era Mihajlovic, e onestamente lo penso ancora…:)
(credo di averlo scritto anche qua: io vorrei Sinisa al posto del toscano e Bianchessi al posto dell’albino)

Val
Val
2 anni fa
Reply to  DajeSSL1900

Figurati. Ripeto nuovamente: è una mia ipotesi, e potrebbe essere errata.

Riguardo Sarri: non mi piace fare crociate contro, e ti assicuro preferirei poter essere nella bella coincidenza di poter acclamare calciatori, tecnico e società.

Quindi spero vivamente i fatti mi facciano cambiare idea riguardo al suo operato.

DajeSSL1900
DajeSSL1900
2 anni fa
Reply to  Val

Concordo! 🙂

Articoli correlati

Il presidente della Lazio ha parlato dell’episodio Ndicka. La Roma recupererà la partita contro l’Udinese...

Dal Network

Closing in vista con Orienta Capital Partners che acquisterà una quota superiore al 60% del...

  Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del...

È un Gian Piero Gasperini molto soddisfatto quello che analizza il successo scoppiettante della sua...

Altre notizie

Solo La Lazio