Resta in contatto

Lazio Femminile

Lazio Women, la Morace: “Il gruppo è la chiave del successo”

Carolina Morace, la coach della Lazio femminile, ha parlato ai microfoni dell’Uefa, spiegando come si raggiungono, secondo lei, i successi nel calcio

Ecco le sue dichiarazioni: Non ho mai vinto in un ambiente in cui non c’era armonia e si crea armonia parlando con tutti i giocatori – tratto sempre tutti allo stesso modo. Mi viene naturale. Sono tutti i miei giocatori e il mio compito è aiutare migliorano tutti. Per me è fondamentale avere tutto il gruppo con te. Non si vince con 11 giocatori, si vince con il supporto di tutta la squadra. In uno sport di squadra ciò che conta è la squadra“.

SVILUPPO DEL MOVIMENTO – “Sono appassionato e non guardo solo il calcio femminile, ma guardo tutto. Seguo il calcio maschile in continua evoluzione. Quando vedo qualcosa di nuovo, prendo il telefono e chiamo altri allenatori per chiedere come e perché l’hanno fatto e per imparare da loro. Il calcio femminile può ancora crescere molto ma dipende da noi allenatori. Se ogni allenatore condivide le proprie conoscenze, possiamo sviluppare il gioco insieme. Una delle più grandi novità degli ultimi anni è giocare dalle retrovie, partendo dal portiere. Ad esempio, a EURO 2020, la Nazionale italiana pressa molto in alto sul campo. Le migliori squadre maschili d’Europa, dal Liverpool al Paris Saint-Germain, pressano tutte in alto sul campo. Non ho visto ancora quei dettagli tecnici nel calcio femminile e, secondo me, questo sarà il prossimo passo. Se miglioriamo i dettagli tecnici, possiamo offrire uno spettacolo migliore“.

TRASCINATORI – “Il fatto che le squadre di calcio professionistico maschile abbiano affrontato le donne è fondamentale per la crescita del calcio femminile. I padri tifano un club e portano le figlie a giocare in quei club come Lazio, Roma, Juventus, Inter. Grazie ai grandi club e ai loro tifosi, avremo più tifosi e più visibilità. Il Women’s EURO del prossimo anno attirerà l’attenzione degli appassionati di calcio di tutta Europa e le persone saranno più appassionate alla propria nazionale femminile“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement

Altro da Lazio Femminile