Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Euro 2020

Euro 2020. Ecco l’avversaria dell’Italia ai quarti: è il Belgio che ha sconfitto 1-0 il Portogallo

L’undici del CT Martinez estromette i lusitani che abdicano dopo il trionfo del 2016. Ronaldo non ha inciso

Sarà il Belgio ad affrontare l’Italia nei quarti di finale di Euro 2020. Gli uomini del CT Martinez, per molti addetti ai lavori giunti a fine ciclo, hanno battuto un Portogallo, che ha dato filo da torcere fino alla fine. 1-0 il finale allo stadio Olímpico de la Cartuja  di Siviglia. A decidere la contesa uno strepitoso gol siglato al 42′ del primo tempo da Thorgan Hazard: gran tiro a mezza altezza che si insacca nell’angolino alla sinistra di un non certo perfetto Rui Patricio, dato da radiomercato alla Roma alla corte di Mourinho.

Ronaldo e soci, dopo un primo tempo di difficoltà, nonostante qualche azione creata, hanno decisamente giocato meglio nella ripresa, sfiorando più volte il pareggio. Prima con Dias di testa al 37′ (super respinta di Courtois, decisivo anche al 43′ su Andre Silva imbeccato da Ronaldo) e poi col palo colpito da Guerreiro due minuti dopo. Al 49′ sfiora il pareggio anche João Félix. Tuttavia i lusitani escono sconfitti. lasciando in terra spagnola ogni speranza di bissare la vittoria ottenuta nel 2016.  QUARTI DI FINALE. Appuntamento dunque a venerdì (ore 21) all’Allianz Arena di Monaco di Baviera. Da una parte l’Italia, che battendo ieri sera ai supplementari l’Austria, oltre che un ottimo collettivo, dimostra di sapersi adattare e uscire bene anche dalle difficoltà. Dall’altra un Belgio che ha potenzialità devastanti in Lukaku, oltre a compagni di squadra dell’interista con grande qualità. Dal portiere Courtois a Vertonghen, passando per Meunier, Witsel, i fratelli Hazard e De Bruyne, che però è rischio dopo essere uscito stasera al 3′ della ripresa, per un problema alla caviglia sinistra, a seguito di un fortuito scontro di gioco con Palinha.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Beppe gol Il mio idolo…. Mi ha fatto impazzire Lo porterò sempre nel mio ❤️"

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Euro 2020