Resta in contatto

Il meglio dei Social

Nainggolan: “Mio figlio alla Lazio? Non avrei problemi”

Radja Nainggolan in diretta Instagram con Damiano Er Faina parla delle sue esperienze contro la Lazio. E chiede: “Ma Cagliari Lazio è  finita?

Dopo Totti e Immobile, oggi Damiano Er Faina in diretta Instagram ha chiacchierato con Radja Nainnggolan. Il centrocampista belga ha parlato delle sue esperienze contro la Lazio, tornando su alcuni episodi in particolare.

All’inizio ha subito risposto alla stessa domanda fatta all’ex capitano della Roma tre giorni fa, riguardo un possibile approdo di suo figlio alla Lazio. Il ninja ha detto che non avrebbe problemi se succedesse.

“Ho sentito la risposta di Francesco l’altro giorno e rispondo allo stesso modo. Mio figlio dovrebbe trovare da solo la sua strada. Se volesse andare alla Juve o alla Lazio, non ci sarebbero problemi per me”.

Immancabile un passaggio sulla sua celebre profezia prima del doppio derby in Coppa Italia e uno scambio di battute su Cagliari-Lazio di quest’anno.

Io ero seriamente convinto di vincere. Quella è stata la sconfitta più brutta. Nella gara di andata mi impressionò particolarmente Keita. Ho capito lì che era fortissimo”.

“Se a Cagliari ora le cose non stanno andando troppo bene la colpa è della partita contro la Lazio. Da quel momento siamo andati male. Non lo so se ancora non è finita, dimmelo tu (ride ndr)”.

Se si riprendesse credo rimanga sempre favorita la Juventus, senza nulla togliere alla Lazio. Hanno un gruppo forte e talmente ampio che sarà difficile lottare con loro. La Lazio ovviamente dovrà giocarsela: prima o poi dovranno pur perderlo uno scudetto”.

Una chiosa finale Nainggolan l’ha riservata ai fratelli Lukaku, suoi compagni di nazionale.

Romelu è fortissimo, anche se una volta in nazionale sono riuscito a buttarlo giù. Anche il fratello Jordan è una bestia. E corre molto di più”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Altro da Il meglio dei Social