Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Storie di Polisportiva

Polisportiva Lazio, Pallanuoto e Rugby punteranno alle gare casalinghe per la salvezza

Lazio Pallanuoto, capitan Colosimo

Le sezioni pallanuoto e rugby della polisportiva, se riprenderanno i campionati, dovranno puntate le gare casalinghe per raggiungere la salvezza.

Per le sezioni pallanuoto e rugby della Polisportiva Lazio, la salvezza passerà per le gare in casa. Se si dovesse riprendere a giocare a fine aprile, come e’ negli auspici di tutti, le calottine e il XV biancoceleste strizzano l’occhio alle sfide che disputeranno rispettivamente al Foro Italico e all’Acquacetosa.

Pallanuoto

In Serie A1 la Lazio Pallanuoto e’ attualmente quart’ultima. Per gettare le basi della ennesima salvezza, i biancocelesti (che hanno salutato Elphick, tornato in Australia per l’emergenza sanitaria ma pronto a tornare appena la Federnuoto stabilirà quando tornare in acqua) dovranno necessariamente fare bottino pieno contro Canottieri Napoli, Telimar Palermo, Quinto e Roma Nuoto. Sfide possibili soprattutto perché nella vasca-amica del Foro la Lazio ha spesso offerto prestazioni convincenti. Senza contare che anche contro Savona e Florentia, in trasferta, la Lazio ha sicuramente la possibilità di conquistare punti pesanti e decisivi. Insomma, ci sono ottimi indizi per chiudere la stagione mettendo sotto di se’ tre squadre, schivando la lotta per la salvezza e le forche caudine dei play-out.

Rugby

Nel Campionato Top12, la Lazio Rugby sembrava, prima della sosta forzata, pur ancora ultima in graduatoria, in netta ripresa. Anche nel torneo della scorsa stagione i biancocelesti seppero emergere alla distanza, recuperando punti e posizioni, riuscendo, anche se sul filo di lana, a mantenere la categoria vincendo lo spareggio di Padova contro Verona. E’ lo stesso auspicio che il gruppo del coach Montella si prefigge per questo finale di torneo. Per centrare la salvezza la Lazio dovrà però fare bottino pieno nelle gare in programma all’Acqua Acetosa contro Colorno, Piacenza e Medicei. Tre scontri-diretti in cui i punti, inevitabilmente, varranno il doppio. Rispetto al periodo natalizio, però, in cui la nostra squadra era ultima ma staccata dal gruppo di squadre che la precedeva, è tornata la speranza di farcela. Ed e’, oggettivamente, già qualcosa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Storie di Polisportiva