Resta in contatto

Casa Lazio

Brescia – Lazio, Inzaghi in conferenza: “Voglio vivere altre serate come Ryad”

Lazio - Verona, segui con noi la diretta scritta della conferenza di Inzaghi

Mister Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa a Formello presentando il match di domani alle 12:30 tra Brescia e Lazio.

Dopo l’allenamento di rifinitura di stamattina, alle 14:30 mister Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa a Formello. Queste le sue parole in vista di Brescia- Lazio domani all’ora di pranzo.

“Lasciamo un 2019 di grandi soddisfazioni. Abbiamo vinto due coppe in cinque mesi e mezzo. Ora però bisogna riattaccare subito. Domani non sarà semplice. Loro stanno bene. Hanno certezze e l’allenatore è bravo e far giocare bene le sue squadre. Sono un gruppo che sta insieme da tanto”.

“Penso che dobbiamo essere consapevoli di aver fatto ultimo mese alla grande, ma dobbiamo essere umili. Veniamo da quindici giorni di pausa e ora giocheremo ogni tre giorni. Domani ci sono molto insidie e voglio il 100% da tutti quelli che vanno in campo”.

“Per la formazione ho il dubbio di Cataldi perché ha avuto un risentimento il 30. Ieri l’ho visto abbastanza bene. Non benissimo però. Senza questo problema avrebbe giocato sicuramente. Stamattina ha detto di sentirsi bene (clicca qui per il resoconto dell’allenamento). Mancano ancora 20 ore, cercherò di valutare insieme a medici e al ragazzo. Comunque ho alternative valide. il ruolo di Luis Alberto lo può fare Parolo, Berisha, Correa, o Jony all’occorrenza. Devo vedere se prendermi il rischio di usare Danilo o no”.

“Immobile ha avuto un attacco febbrile. Ma lo ha smaltito. Ha saltato solo una seduta e stamattina si è allenato regolarmente. Penso possa essere della partita tranquillamente”.

“L’autostima dei miei giocatori è cresciuta. Siamo in fiducia in un percorso che va avanti e ci ha regalato serate indimenticabili. Abbiamo lasciato nel migliore dei modi il 2019. Le statistiche dicono che di solito al rientro andiamo bene, ma contano poco. Incontriamo una squadra che aveva vinto a Ferrara e senza il gol nel recupero del Parma sarebbe fuori dalla lotta salvezza”.

Il sogno è di vivere altre serate come Ryad. Non è stata la prima isolata, ma è stata indimenticabile. Vogliamo viverne altre davanti ai nostri tifosi. Domani saranno in tanti allo stadio. Con più biglietti a disposizione ci sarebbero stati anche in Arabia”.

“Il nostro obiettivo è ragionare partita per partita. Ho chiesto ai ragazzi consapevolezza, umiltà e spirito di sacrificio. Come negli ultimi mesi. Stiamo avendo un bel periodo, ma le altre non stanno a guardare”.

“I ragazzi li ho visti bene dopo le feste. Avevamo tutti bisogno di staccare la spina. Lo abbiamo fatto anche noi dello staff. Poi, dopo il primo giorno con l’emozionante abbraccio dei tifosi, abbiamo fatto 5 sedute nel migliore dei modi. La squadra ha lavorato bene e domani cercherà di fare una partita importante. Anche con Leiva e Luis Alberto fuori ho grandissima fiducia in chi comincia e in chi subentra”.

“Balotelli ha grandi qualità. Si è messo in gioco, tornando nella sua città. Come tutti ha avuto bisogno di adattamento, ma sta crescendo e sta facendo gol decisivi. Domani sarà un osservato speciale”.

In chiusura di conferenza, non è mancata una domanda sul mercato. In particolare con riferimento all’ultimo nome, quello di Escalante, che sembrerebbe già prenotato per giugno. Ecco cosa ha risposto Inzaghi:

“Con la società c’è perfetta sintonia. Stiamo guardando in giro, ma siamo consapevoli di avere una buona rosa con giocatori importanti. Vedremo si si potrà fare qualcosa. Escalante è un buon giocatore. So che lo stanno monitorndo, vedremo che succederà alla fine dell’anno”.

 

Partecipa al sondaggio per eleggere la top 11 biancoceleste di sempre:

120 anni di Lazio, vota la top 11 di sempre: i terzini sinistri

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Tutti noi Laziali lo vogliamo Mister 💙💙💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Lo vorrei tantissimo anche io💙💙💙💙💙💙💙💙💙💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Anche iooooo ❤

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 mesi fa

Anche io…forza Lazio 💙💙

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "grazie a Signori sono tifosa della Lazio... non vederlo mai alzare una coppa e festeggiare lo scudetto mi ha sempre lasciato un rammarico.... ..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da Casa Lazio

4
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x