Resta in contatto

News

Rassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani sportivi (foto)

Rassegna stampa di martedì 3 dicembre, le prime pagine dei principali quotidiani sportivi nazionali in edicola oggi.

La rassegna stampa di oggi è incentrata sull’assegnazione del pallone d’oro a Messi. Tutte le prime pagine ne parlano, mettendo in risalto il dualismo con Cristiano Ronaldo.

La Gazzetta dello Sport scrive “Messi 6 d’oro. Ira Juve“. Paratici e Chiellini difendono CR7 e lui diserta la cerimonia di Parigi per andare a Milano a ritirare il premio dell’AIC.

In tagliom alto la rosea parla anche dell’Inter che ha trovato in Lautaro Martinez il vero fenomeno stagionale. “LautarOne“è il gioco di parole per descriverlo: rispetto all’anno scorso è il giovane che più ha alzato il proprio livello di rendimento.

Sul Corriere dello Sport il titolo sull’argomento di giornata è “CRisi“. Il portoghese segna poco nella Juve e il posto fisso sta diventando una prigione per lui e per Sarri. Di fianco invece c’è spazio per un approfondimento sui segreti della Lazio. “Tutti i gol passano da loro” in riferimento ai fab four Milinkovic, Luis Alberto, Correa e Immobile. Sono al centro del gioco, coinvolti in 32 dei 33 gol totali realizzati in A quest’anno.

Tuttosport in apertura, al contrario degli altri due quotidiani, sceglie di ribaltare la questione pallone d’oro. Nemmeno un accenno a Messi. Ritratto in foto un Ronaldo sorridente al Gala del calcio con il titolo “Juve d’Oro“. Oltre lui, infatti sono stati premiati molti altri bianconeri tra calciatori e calciatrici. Di lato, da Parigi, riportato solo il premio ricevuto da De Light come miglior  giovane della passata stagione.

 

 

Scrivi la tua opinione sul muro del tifoso:

Preferireste vincere sabato o vincere la Supercoppa?

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "da juventino ho adorato Beppe Signori......è uno dei pochi calciatori di cui ho la maglia autografata......oggi Signori non avrebbe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Sono della Lazio dalla nascita, anni 50, nel periodo di Chinaglia eravamo tifosi più di Chinaglia che della Lazio, è strano ma è cosi, nessuno ha..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."

Altro da News