Resta in contatto

Oltre la Lazio

CorSport: “Per Petrachi si mette male”. Il ds giallorosso a rischio squalifica

Roma, caos in casa giallorossa: la società prende le distanze da Petrachi

Secondo quanto riportato sul Corriere dello Sport on line, per il ds giallorosso Gianluca Petrachi è concreto il rischio squalifica.

Il passaggio di Gianluca Petrachi dal Torino alla Roma ha fatto parecchio discutere questa estate. In casa granata sopratutto. Perché sono in molti a ritenere, Cairo in primis, che l’attuale ds giallorosso abbia cominciato de facto a lavorare dietro le quinte per la società capitolina prima ancora di risolvere il suo contratto con i torinesi.

Il Corriere dello Sport on line oggi riporta la notizia che per il dirigente sembra imminente una pesante squalifica. La procura federale sta ascoltando molte testimonianze (12 fino a oggi) e l’indagine si va prolungando da parecchio tempo. Indizio questo, secondo il quotidiano, che porta a pensare ad una posizione abbastanza compromessa.

Il deferimento sembra ormai certo. La richiesta di sanzione potrebbe essere di qualche mese. Oltre ad una salata multa per la società di Pallotta. Se sarà comprovato che Petrachi abbia effettivamente iniziato a lavorare per l’A.S. Roma prima della risoluzione del precedente rapporto di lavoro, si profilerebbe una violazione dell’articolo 7 del regolamento dei direttori sportivi. L’inibizione conseguentemente comminata implicherebbe l’impossibilità di condurre operazioni di mercato, l’interdizione dall’area degli spogliatoi in occasione delle partite ufficiali e l’estromissione da qualsiasi attività ufficiale.

 

Leggi anche:

Bruno Pizzul a SLL: “Luis superiore a Mancini per alcune caratteristiche. Un aneddoto di Roma-Liverpool in finale”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Oltre la Lazio