Resta in contatto

Lazio – Lecce, “la pizzica” del gol all’Olimpico contro i salentini

Lazio – Lecce è la sfida dell’Olimpico valida per la 12ª giornata di Serie A. La spunta la Lazio in un’altalena di emozioni prima della sosta.

Il Lecce fa ballare “la pizzica” alla Lazio. Una tarantella di emozioni nell’ultimo appuntamento prima della sosta per le Nazionali. Una partita che i biancocelesti dovevano vincere per forza, per dare seguito ai tre successivi consecutivi in campionato e per dimenticare la sconfitta con il Celtic. Missione compiuta.

Il 4-2 finale premia gli uomini di Inzaghi, ballerini in difesa, ma devastanti in attacco. La sblocca Correa al 30′ dopo un botta e risposta di occasioni clamorose. Poco dopo, dormita difensiva sul primo corner degli ospiti e Lapadula insacca indisturbato l’1-1. Prima del fischio di metà tempo Luis Alberto sbaglia l’impossibile. E alla ripresa non cambia il copione: prima del 2-1 di Milinkovic, servono almeno altri due gol mangiati dalla Lazio.

Poi in 5 minuti succede di tutto, come in una taranta salentina. Rigore per i giallorossi, parata di Strakosha, tap-in di Lapadua, var, gol annullato. L’attaccante era entrato in area prima della battuta. Si salvano i padroni di casa. E poco dopo guadagnano anche loro un rigore. Ciro è freddo e fa 3-1. Gli avversari però non si arrendono e si buttano in avanti. La difesa biancoceleste non si fa schiacciare, palla recuperata e ripartenza letale del duo Immobile Correa, col primo a servire l’assist per la doppietta del secondo. Finita qui? Neanche per idea. Ultima rullata di tamburello con La Mantia che di testa infila il 4-2.

Luiz Felipe nel pre gara @LazioStyleChannel

“Oggi ci aspetta un incontro molto importante, ci serve una grande prestazione. Dovremo restare concentrati: ci siamo preparati bene dopo la partita di giovedì. Ci serve un buon risultato per restare in alto in classifica. Posso giocare in qualsiasi posizione voglia il mister, devo continuare a crescere allenamento dopo allenamento. L’importante sarà svolgere una grande prova”.

 

L’omaggio della Nord ai pompieri morti in provincia di Alessandria:

Lazio – Lecce, la Nord omaggia i vigili del fuoco morti ad Alessandria

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Anno tirato un corner e gol noi 8 corner niente

Advertisement
Lazio, Miti: Miroslav Klose

Mito Klose: cosa significa per te averlo visto segnare con la maglia della Lazio?

Ultimo commento: "A parte Piola, di cui non ho mai visto le gesta, Klose è il più forte attaccante della storia della Lazio."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "il piu' forte giocatore che abbia mai indossato la maglia della lazio. top assoluto"

Signori, è segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono cresciuto ammirando le gesta ed i goal strepitosi di Beppe Signori.Poster in camera e petto in fuori. Grazie Campione!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Secondo me è il momento più intenso e di attaccamento nel rapporto squadra-tifosi. Indimenticabile Eugenio. Andrea"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Cosa dire,sono della Lazio grazie a lui, è stato il mio mito"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Dirette