Resta in contatto

News

La conferenza di Inzaghi: “Che vinca il migliore, sperando sia la Lazio”

Lazio, anno nuovo ma stessa corsa ai record: la prova del 9 di Inzaghi

Il mister Inzaghi interverrà quest’oggi dalla sala stampa del Centro Sportivo di Formello per presentare la sfida di domani di Europa League

L’appuntamento è fissato per domani alle ore 18.55: la Lazio di Simone Inzaghi affronta il Celtic Glasgow allo Stadio Olimpico di Roma.

Una partita importante ai fini della qualificazione alla fase successiva di Europa League, una partita che i biancocelesti sanno di dover affrontare come l’ennesima prova di maturità. Un test tuttavia che arriva dopo gli ottimi risultati ottenuti negli ultimi impegni di campionato.

Quest’oggi mister Inzaghi interverrà dalla sala stampa del Centro Sportivo di Formello per la consueta conferenza stampa della vigilia. Segui insieme a noi di SoloLaLazio.it la diretta.

Un solo risultato per domani?

“Si domani dobbiamo vincere assolutamente perché abbiamo in testa questo risultato. Dobbiamo muovere la classifica sapendo che non sarà facile perché abbiamo visto che il Celtic è un’ottima squadra sia fisica sia ha giocatori molto qualitativi.”

Hai già di chi è sicuramente già fuori?

“Per quanto riguarda la formazione non ho ancora un’idea ben precisa perché abbiamo finito queste tre partite ravvicinate con qualche problema. Mancheranno sicuramente Radu, Marusic e Cataldi squalificato. Per quanto riguarda gli altri abbiamo problemi per Correa, Caicedo e Leiva. Per Caicedo temevamo qualcosa di più grave, mentre Correa ha preso un colpo fortuito in allenamento. Mentre Leiva ha finito affaticato così. Li terrò sotto controllo, è normale l’affaticamento. Domani cercherò di schierare la formazione migliore possibile per fare un’ottima partita contro un’ottima squadra”

Rispetto all’andata cosa vorrebbe rivedere e cosa vorrebbe cancellare?

“Chiaramente vorrei rivedere la stessa prova della partita di andata con un risultato diverso. Abbiamo fatto secondo me, un’ottima gara pur avendo commesso determinati errori che a certi livelli non puoi permetterti. Dobbiamo prestare molta più attenzione rispetto alla partita di andata.”

Correa e Caicedo non sono al meglio con Immobile unico sicuramente in campo. Qual è la soluzione? E questa situazione non riporta ad un vecchio problema di rosa corta?

“Ora io devo valutare attentamente le condizioni di Correa e Caicedo. Ovviamente cercheremo di recuperarli, allo stesso tempo ho alternative alzando Luis Alberto e Milinkovic. Immobile viene da tre partite disputate interamente, eccetto l’ultima mezz’ora contro il Milan. Ovviamente lui farà di tutto per esserci ma sono ottimista anche per Correa e Caicedo vista l’importanza della sfida”

Cosa manca ancora a Vavro e Jony? Berisha era partito con altre prospettive ma alla Lazio non trova ancora il passo giusto, perché?

“Devono continuare a lavorare. Jony e Vavro sono ragazzi molto ben inseriti nel gruppo e questo conta molto. Mi mettono in difficoltà in allenamento perché si comportano molto bene. Berisha anche lui sta cercando di raggiungere il massimo ma lui ha una folta concorrenza. Leiva, Milinkovic, Luis Alberto e Parolo sono i nostri titolari. Poi c’è Cataldi in crescita esponenziale e Berisha deve continuare a lavorare e mettermi in difficoltà in allenamento”

Durante la partita di andata quali sono stati i fattori decisivi?

“è stata una partita giocata ad un ottimo livello, veloce e fisico. I momenti decisivi sono stati gli episodi: il palo di Correa che dal possibile 2-0 ci ha portato al pareggio. Dobbiamo essere bravi a far girare gli episodi a nostro favore”

Domani ci aspettiamo tanti tifosi del Celtic, così come i tifosi della Lazio. Possono essere fattori decisivi?

“Mi auguro che domani possa essere un’ottima serata di sport. So che nonostante la Curva Nord chiusa saranno tanti anche i tifosi della Lazio.

Che vinca il migliore, sperando sia la Lazio.”

 

Leggi anche la conferenza di Francesco Acerbi:

La conferenza di Acerbi: “Cattiveria e agonismo per vincere”

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Glasgow

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Glasgow

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile supera Signori al 2° posto all time

Ultimo commento: "Prendere Piola la vedo dura ... "
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Ho avuto la fortuna di conoscerlo, parlarci per ore ed era prorprio come viene descritto da tutti. Ho ancora la sua maglia originale: quella con il 9,..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."

Altro da News