Resta in contatto

News

Lazio – Torino, Inzaghi: “Acerbi se lo merita. Brava tutta la squadra”

Lazio - Torino, Simone Inzaghi

Nella pancia dell’Olimpico dopo la vittoria contro il Torino, Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di DAZN per commentare la vittoria.

Vittoria rotonda per trovare quella continuità mancata in avvio di stagione. La Lazio di Simone Inzaghi batte il Torino per 4-0 e il mister, ai microfoni di DAZN, si dice molto soddisfatto della prestazione dei suoi.

Queste le sue parole nel dopo gara. Da domani bisognerà pensare subito alla trasferta di Milano contro i rossoneri, ma stasera c’è da godersi una vittoria importante.

“Siamo stati bravi, un risultato così ci premia. Abbiamo sviluppato un ottimo gioco, dovevamo dare continuità alla vittoria con la Fiorentina. Da domani iniziamo a pensare al Milan, sarà molto impegnativa”.

“Acerbi se lo merita, è un ragazzo che s’impegna tantissimo. Ma è stata brava tutta la squadra, non mi va di parlare di singoli”.

“Abbiamo continuato a giocare, sono stati bravi i ragazzi quando il Torino ha cambiato modulo. I granata ci hanno sempre creato difficoltà, era una gara che alla vigilia temevo molto”.

“A Immobile ho chiesto come stesse, per un pestone nel primo tempo si era lussato un dito. Poi ho optato per il cambio di Caicedo”.

“La squadra sta bene, ho bisogno di tutti e devo fare sempre valutazioni attente. Ci mancano tre gare di questo tour de force, nelle prime quattro abbiamo perso a Glasgow con una prestazione simile a quella di Firenze e di stasera”.

Conferenza stampa

Il mister biancoceleste ha successivamente parlato in conferenza stampa. Queste le risposte alle domande dei cronisti.

“Sono contento per i ragazzi, temevo questa partita. La squadra ha proposto, è stata bravissima. Dopo Glasgow dovevamo continuare a crederci, da domani testa al Milan”.

“Immobile ha fatto una grande gara, ma sono stati bravissimi anche Caicedo e Correa. Quando riusciamo a creare gioco, corriamo di più gli avversari e meno noi”.

“Le vittorie portano entusiasmo, ma anche prima di Firenze ero molto tranquillo. Giocando e proponendo calcio, alla lunga possiamo toglierci soddisfazioni”.

“Cataldi è stato bravissimo, non avevo dubbi. È maturato in maniera incredibile, si allena sempre al meglio e anche da fuori è un trascinatore, non ha mai creato problemi. Da due anni e mezzo sta facendo benissimo, è un valore aggiunto”.

“Riguarderò la partita, mi è sembrata un’ottima gara con un gran possesso sin dalla difesa”.

“Vogliamo fare l’Europa League al meglio da tre anni, le energie le recuperi. Mi dispiace aver perso in Scozia, abbiamo giocato in uno stadio spettacolare. Ci proveremo a rimanere dentro”.

 

Lazio Style Radio:

“Temevo molto questa gara perchè il Torino ci ha sempre creato problemi. Bravissimi tutti, hanno fatto un’ottima gara come sempre secondo me quest’anno. Dovevamo mantenere la tranquillità e non era facile dopo Glasgow affrontare Fiorentina e Torino.”

“Ero molto fiducioso, dovevamo comandare e tenere la lucidità. Lo abbiamo fatto e ora dopo due vittorie consecutive non dobbiamo abbassare la guardia ma guardare avanti.”

“È presto per guardare la classifica, il campionato ha un livello molto alto e sarà difficile contro qualsiasi squadra. Io devo guardare solo i miei ragazzi e cercare di migliorare gli errori che commettiamo.”

“Parlare di ripartenze oggi è riduttivo per come abbiamo costruito dal basso. Abbiamo avuto un ottimo palleggio fin da dietro. In alcuni frangenti del secondo tempo siamo stati ottimi, ma abbiamo fatto in generale due ottime frazioni di gioco.”

 

Leggi anche:

Immobile fa 99: “Che vittoria! Un po’ mi dispiace per il Gallo”

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Avanti così ???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

FORZA LAZIO

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande Simoneee! ?

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News