Resta in contatto

News

Celtic – Lazio, le parole del tecnico Lennon in conferenza stampa

Celtic - Lazio, l'allenatore degli scozzesi Neil Lennon

In conferenza stampa il tecnico del Celtic, Neil Lennon, ha presentato il match di domani contro la Lazio. In campo non ci sarà Ntcham.

Vigilia di Europa League e consuete conferenze stampa degli allenatori in vista dei match. In attesa delle parole di Inzaghi questa sera, nel primo pomeriggio ha parlato il tecnico del Celtic Glasgow, Neil Lennon.

Tanti i giocatori biancocelesti da tenere sott’occhio, ha detto. L’obiettivo è qualificarsi e il match di domani è fondamentale, ma non decisivo, secondo lui.

“La Lazio ha grandi giocatori di spessore. Penso a Immobile, capocannoniere in serie A. Ma anche Correa, Caicedo e poi Milinkovic-Savic e Luis Alberto, tra i migliori trequartisti d’Europa. Tutti calciatori di grande qualità, mi aspetto una partita aperta. Quella dei biancocelesti con l’Atalanta ha dimostrato la grande personalità della squadra. Speriamo di trovare un loro punto debole. Noi abbiamo vinto l’ultima 6 a 0, ma la Lazio è un’altra squadra. Giocheremo con il nostro ritmo, cercando di sfruttare il fattore campo. La gara sarà importantissima per il girone, ma se non vinciamo non sarà la fine del mondo. L’obiettivo è la qualificazione, ma intanto pensiamo a vincere domani sera”.

In campo per gli scozzesi non ci sarà Olivier Ntcham. Vecchia conoscenza del calcio italiano (ha giocato al Genoa) è un’assenza pesante per i biancoverdi. Il centrocampista, quest’anno, in 16 presenze ha siglato tre assist e tre gol.

“Ntcham non ce la farà: ha un problema muscolare. Forse recupereremo Rogic, e anche Christie potrebbe giocare. Lui è fortissimo, ma abbiamo fatto bene anche senza di lui”.

Sugli episodi di razzismo di cui tanti si è paralto in questi giorni Lennon ha detto:

“Spero che domani si celebri il calcio, tra due grandi squadre. C’è sempre una minoranza che vorrebbe rovinare tutto, ma io penso alla partita e mi aspetto un’atmosfera fantastica. Il problema del razzismo non esiste solo in Italia: abbiamo visto che c’è anche altrove. Ad esempio in est Europa”.

 

Leggi anche:

Celtic – Lazio, unico precedente a Glasgow 59 anni fa: il passivo fu pesante

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

preparati a perdere sta partita contro la nostra lazio SFL

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "In eterno per noi laziali lui e' e rimarrà per sempre lui il simbolo della nostra amata lazio!!!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile stacca Signori in Serie A

Ultimo commento: "Prendere Piola la vedo dura ... "

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il suo dito che esce fuori dalla nebbia al derby. Non si vedeva nulla ma la palla era dentro la rete! E segna sempre lui!"
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Fascetti una persona indimenticabile, grazie"

Altro da News