Resta in contatto

Storie di Polisportiva

La Lazio Motociclismo protagonista sul circuito del Mugello

Lazio Motociclismo, circuito Mugello

La Lazio Motociclismo arriva da una settimana che l’ha vista scendere in pista per due eventi: uno di tipo turistico, l’altro agonistico – di Giovanni Lando Fioroni

Doppio appuntamento nell’ultimo fine settimana per la Lazio Motociclismo, protagonista di due importanti eventi: uno di carattere turistico, l’altro agonistico.

Sabato 21, con Dainese Friends e New Sport Generation ci siamo dedicati alla nostra 4ª giornata “Curve & Tornanti”, dedicata alla guida su strada per apprendere e affinare le tecniche di conduzione delle nostre moto. Appuntamento al Dainese Store di via della Penna, per quattro chiacchiere e un’ottima colazione con lo staff Dainese.

Dopo un briefing iniziale sulla teoria di guida, siamo partiti con la maestra Raffaella Ghirarduzzi per la destinazione prescelta cercando di mettere in pratica tutti i suoi preziosi suggerimenti. Dopo una sosta a Orvinio, abbiamo raggiunto il Lago del Turano a metà della giornata, dove il gruppo si è dedicato a un’altra delle specialità preferite dei  mototuristi: la buona tavola.

Lazio Motociclismo, Curve & Tornanti

Al Mugello si scala la classifica

Domenica 22, nel circuito del Mugello, si è disputata la seconda gara del doppio turno del Campionato Italiano di Velocità 2019. Due round caratterizzati da una leggera pioggia che ha condizionato le prestazioni dei piloti in entrambe le occasioni. Torniamo a casa con una posizione in più in classifica generale, pronti al rush finale di domenica 6 ottobre a Vallelunga. La matematica parla di una buona possibilità di raggiungere il 4° posto, distante solamente 6 punti.

Lazio Motociclismo, il pilota Francesco Cocco

Il nostro pilota Francesco Cocco e la struttura tecnica BmaxRacing di Massimo Buna lavoreranno in questi giorni per raggiungere questo obiettivo:

“Sono soddisfatto della nostra stagione – dice il team manager Luca Lommi – perché tutti hanno dato il  massimo. Alcuni episodi negativi hanno parzialmente condizionato i risultati, ma nel complesso le cose sono andate come prevedevamo.

Siamo ancora in lizza per il 4° posto e nell’ultima gara lotteremo per questo. Corriamo in casa, ci sarà il direttivo del Motoclub al completo e mi auguro che ci vengano a trovare tutti i nostri amici, sarà importante il loro supporto… vi aspettiamo a Vallelunga per una bella giornata da trascorrere tutti insieme!”.

Tutte le info sul motociclismo sono disponibili sul sito: www.sslaziomotociclismo.it.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Gufi gufi marameo tutti giù dal Colosseo...Insieme a Maestrelli l'allenatore più importante della Lazio. Onore a lui"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Storie di Polisportiva