Resta in contatto

Pagelle

Lazio – Roma, Cardopagelle: Lazzari, che acquisto! Ciro e Correa “a metà”

Lazio, CorSport: "Che velocista da record, Lazzari"

Le pagelle dopo Lazio – Roma 1-1: i giudizi e i commenti alla prestazione dei biancocelesti dopo l’1-1 nella stracittadina

Le mie pagelle dopo Lazio – Roma 1-1.

Strakosha 6

Si sporca i guantoni solo su un’innocua punizione di Kolarov. Stavolta la barriera la piazza sempre bene, eccome. Bravo Thomas.

Luiz Felipe 6

Unico neo di giornata: il fallo inutile a centrocampo su Kluivert che gli costa l’ammonizione. Per il resto prestazione autoritaria. Esce per infortunio, pare.

Dal 40′ pt Bastos 6.5

Ero preoccupato perché temevo fosse fuori condizione, invece gioca una partita da veterano, con serenità ed efficacia. Dalla sua parte il semaforo è sempre rosso e non si sblocca.

Acerbi 6.5

Lanci strepitosi, da regista puro, per Lulic e Lazzari. Insomma stavolta mi è piaciuto di più nella fase d’impostazione. Però se Dzeko non tira in porta, ha meriti importanti anche in marcatura.

Radu 6.5

Azzera sia Under che lo stress da derby con la stessa disinvoltura.

Lazzari 6.5

Che acquisto, ragazzi. È il nostro Speedy Gonzalez: mulina a tremila quelle gambette e fila sulla fascia come un razzo. Deve migliorare in fase difensiva e di testa: peccato per il gol mangiato su cross di Radu.

Milinkovic 6.5

Penalizzato dal nuovo regolamento sui falli di mano. Ma è un Sergej vivo e decisivo: l’assist sprecato da Immobile, il tiro salvato da Fazio, soprattutto la palla strappata a Kolarov che dà il la all’azione dell’1-1. Però volevo qualcosa di più dal nostro Sergentone, in particolare contro questa Roma timida e goffa. Mi aspettavo una prestazione da 7, almeno: sarà per la prossima.

Dal 26′ st Parolo 6

Ripenserà per un paio di settimane – forse di più – a quella palla stampata di sinistro sulla traversa: sarebbe stato il gol della vittoria. Peccato, ma Marcolino nostro è sempre utile alla causa.

Leiva 5.5

Fosse entrato quel tiro in apertura che è finito sul palo, la Lazio avrebbe vinto facilmente. Poi Lucas va in difficoltà contro Zaniolo, che ha un altro passo. Se la cava con un po’ di fortuna, visti i pali del romanista, e tanto mestiere. Rientro fondamentale, comunque.

Luis Alberto 7

Il voto è perché ha evitato una delle più clamorose ingiustizie nella storia del derby. Ma anche dal Toque mi aspetto di più: primo tempo troppo sotto tono. E subito dopo il gol, uno con il suo piede deve sistemare la palla sotto l’incrocio: invece il tiro è finito in curva.

Lulic 6

Un lavoro faticosissimo sulla fascia sinistra. Tanta corsa, su e giù, e di conseguenza qualche errore nelle scelte e nelle giocate.

Dal 33′ st Jony 6

Abbiamo capito le sue doti quando ha bruciato sullo scatto il povero Santon, costretto a stenderlo e a beccarsi l’ammonizione. Velocità micidiale, con lui a sinistra e Lazzari a destra ci vorrebbe un lungagnone là davanti – magari nella parte finale delle gare – per sfruttare discese a perdifiato e cross perfetti. Però anche Immobile avrà tante occasioni in più.

Correa 7

Partita da 8, se avesse piazzato il sinistro della vittoria sul palo più vicino invece di incrociare (gran parata di Pau Lopez, comunque). Però il Kakà della Lazio è sempre più dentro il gioco, immarcabile per la difesa della Roma. Arma letale.

Immobile 6

Il voto è la media tra il 7 per l’assist intelligente a Luis Alberto e il 5 (generoso) per i gol divorati: grave l’errore sul tiro che ha colpito il palo, era da solo davanti al portiere. In quel caso, va detto, la sfortuna c’entra poco: bisogna essere più freddi, più sereni. Lo ha tradito l’ansia da derby, forse. Comunque Ciro si fa sempre trovare libero, è in forma, deve solo tornare a segnare anche i gol facili. La squadra, che crea occasioni in serie, ne ha un disperato bisogno.

Inzaghi 7

Ci piace tanto il coraggio che dimostra, anche quando sostituisce Lulic con l’ala Jony. Avanti così, Simone: non capiterà tutte le volte di colpire 4 pali e di non vincere un derby dopo aver giocato nettamente meglio e creato tanto più degli avversari.

Guida 6

Direzione sufficiente, ma 3 per il rapporto con il compaesano Immobile. Ogni volta che lo incontra, per evitare il sospetto che possa favorirlo, lo vessa in ogni modo: Ciro sì dovrebbe fargli causa per mobbing, altro che Icardi all’Inter.

 

Dì la tua sul muro del tifoso:

Lazio – Roma, spazio ai commenti: scrivi la tua sull’1-1 nel derby

 

Leggi anche:

Il messaggio amaro di Acerbi: “Punto che non ci rende felici”

4 Commenti

4
Lascia un commento

avatar
4 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Fabiola Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Fabiola
Ospite
Fabiola

Sei a Guida è troppo, troppo sbilanciata la gestione dei cartellini

trackback

[…] Lazio – Roma, Cardopagelle: Lazzari, che acquisto! Ciro e Correa “a metà” […]

trackback

[…] Lazio – Roma, Cardopagelle: Lazzari, che acquisto! Ciro e Correa “a metà” […]

trackback

[…] Lazio – Roma, Cardopagelle: Lazzari, che acquisto! Ciro e Correa “a metà” […]

Advertisement
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Un mito che purtroppo ho vissuto troppo poco,avevo appena 9 anni,allo stadio non mi portava nessuno,anche se le partite si vedevano poco bene e i..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "grazie a Signori sono tifosa della Lazio... non vederlo mai alzare una coppa e festeggiare lo scudetto mi ha sempre lasciato un rammarico.... ..."

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Lo conpscevo personalmente, aveva un negozio di articoli sportivi vicino casa mia. Ma non l'ho mai visto giocare."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Un bravissimo allenatore, forse poco apprezzato a cui non e' stata fornita, all'epoca, l'occasione della grande squadra. Soprattutto poi un uomo vero."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Pagelle