Resta in contatto

Approfondimenti

Celta Vigo-Lazio, le 3 cose da aspettarsi dalla gara di domani

Lazio allenamento Auronzo

Celta Vigo-Lazio chiuderà il pre campionato della squadra biancoceleste, che il 25 agosto inizierà la Serie A contro la Sampdoria

Celta Vigo-Lazio sarà l’ultima amichevole della pre season biancoceleste, in cui per ora la squadra di Inzaghi non ha mai perso (8 successi in altrettante gare). L’impegno di domani – ore 20.00 allo Stadio Balaídos di Vigo – sarà molto importante, non tanto per il risultato quanto per le risposte che il gruppo laziale fornirà. Tra due settimane, infatti, comincerà il campionato e non si potrà più sbagliare. Ecco di seguito le 3 cose che maggiormente ci saranno da capire in Celta Vigo-Lazio

Risposte da Jony

Per molti sarà l’osservato numero uno. Con Lulic ai box, quasi sicuramente toccherà a lui contro la Sampdoria nella prima giornata di Serie A. Lo spagnolo, ala offensiva, fin dal primo giorno è stato adattato da Inzaghi come quinto di sinistra nel 3-5-2 biancoceleste. Se nei primi test era apparso leggermente indietro, normale per un nuovo arrivato, negli ultimi giorni ha lanciato segnali incoraggianti. Domani, per lui, sarà un test importante

L’affiatamento del terzetto difensivo

Così come contro il Bournemouth, venerdì scorso, Inzaghi domani dovrebbe scegliere Vavro, Acerbi e Radu per la difesa. Scelte anche obbligate visto che Luiz Felipe sta rientrando dopo un problema fisico e Bastos è tornato a lavorare 10 giorni da dopo la Coppa d’Africa. Dicevamo dell’affiatamento e affidabilità di questo terzetto, che molti considerano quello titolare. In settimana lo staff tecnico ha lavorato molto sugli automatismi e i movimenti in simultanea e spera di rivedere quanto provato anche domani contro gli spagnoli.

La condizione di Leiva

Il suo stop, a metà della prima settimana ad Auronzo, aveva destato molta preoccupazione. In due settimane ha smaltito la lesione alla coscia destra ed è già tornato in campo mercoledì contro l’Al Shabab. Un test poco impegnativo, mentre quello in programma poco più di 24 ore (domani alle 20.00) sarà molto probante e indicativo. Sulle qualità non si discute, ma capire a che punto è fisicamente diventa importante, anche alla luce della cessione di Badelj e dello stop di Milinkovic.

 

Leggi anche:

Morte Diabolik, funerali in forma privata

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

La prima sconfitta?

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Approfondimenti