Resta in contatto

Approfondimenti

Leiva: “Infortunio? Credo nulla di grave. Milinkovic importante per noi”

Lucas Leiva Lazio Auronzo

Lucas Leiva in conferenza stampa dal ritiro della Lazio: il centrocampista brasiliano parla anche dell’infortunio rimediato in allenamento

Ieri ha festeggiato il secondo anno dal suo arrivo alla Lazio, ma sembra sia in biancoceleste da secoli. Per Lucas Leiva, il ritiro di Auronzo presenta però un contrattempo: il brasiliano si è infortunato ieri alla coscia.

Ha parlato anche di questo nella conferenza stampa che l’ha visto protagonista ad Auronzo: di seguito tutte le dichiarazioni del numero 6 laziale.

Una Lazio più forte?

“Speriamo di sì, siamo ancora nella prima settimana di lavoro e dobbiamo stare tranquilli. Con i nuovi acquisti possiamo vedere come la squadra sia già più forte. Ma non pensiamo troppo avanti, dobbiamo prepararci bene per l’inizio della stagione”.

Sui nuovi arrivi

“È troppo presto fare un’analisi, l’importante è che si allenino bene, sono giocatori forti. Due anni fa, dopo la partita vinta con l’Inter, abbiamo sbagliato qualche partita e speriamo di non farlo anche quest’anno”.

Su Milinkovic

“È un giocatore importante per noi, in tante partite ha fatto la differenza. Lui fa parte di questo gruppo, finché rimarrà alla Lazio sarà un giocatore importante. Sicuramente tante squadre vogliono acquistarlo, ma siamo felici di averlo con noi”.

Infortunio alla coscia

“Ho avuto un piccolo problema alla coscia destra. Devo aspettare una valutazione più concreta, ma non credo sia qualcosa di grave, giusto qualche fastidio. Speriamo di ricevere notizie positive nei prossimi giorni”.

Fare meglio dello scorso campionato

“Al termine della stagione ho detto che l’ottavo posto non era giusto per la squadra che avevamo. Quest’anno dobbiamo fare meglio in campionato”.

“Lo scorso anno sono mancati i punti, in un certo momento avevamo la chance di stare tra i primi quattro. Due anni fa invece sappiamo com’è andata all’ultima giornata. Non dobbiamo pensare troppo in là, questo ti toglie troppe energie. Dobbiamo lavorare, stare bene fisicamente e mentalmente, con un ambiente buono. In questo modo possiamo cominciare bene e pensare alla Champions o dove possiamo arrivare”.

“È sempre importante imparare dagli errori, speriamo di non ripetere quelli della scorsa stagione. Ogni anno, stando insieme, si migliora. Lo scorso anno abbiamo vinto la Coppa Italia, ma in campionato volevamo fare meglio. Speriamo di concludere il prossimo a una posizione più alta”.

“La Lazio la scelta più importante della mia vita”

“Dopo dieci anni in un club grandissimo come il Liverpool, è stata la scelta più importante della mia vita. Io e la mia famiglia ci troviamo benissimo, è stata una scelta che ha funzionato benissimo e spero sia così anche per la Lazio”.

“Inzaghi simbolo della Lazio”

“Il mister è il simbolo della Lazio, per me lui è stato importante perché ha creduto nelle mie qualità e mi ha dato l’opportunità di giocare. Possiamo continuare a vincere come abbiamo fatto in questi due anni”.

Sull’Europa League

“Ogni competizione che giochiamo, dobbiamo pensare di vincerla, sennò non ha senso. Certamente in Europa League abbiamo compiuto due anni fa un buon percorso, speriamo di ripeterlo e magari di migliorarlo”.

Confronto con le rivali

“Vediamo a che livello saremo, sicuramente abbiamo la squadra per stare tra i primi 4-5”.

Rabbia per l’Atalanta in Champions?

“Rabbia no, ha meritato. Ci aspetta una nuova stagione, tutti cominciano da zero e speriamo di arrivare dove vogliamo”.

Eletto due volte miglior biancoceleste della stagione

“Spero di vincere per la terza volta (ride, ndr). Se la squadra va bene, il mio è un ruolo importante”.

 

Leggi anche:

Lazio, Rossi in prestito alla Juve Stabia

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] da Leiva: ieri in conferenza il brasiliano aveva espresso ottimismo, in attesa di ricevere notizie positive dai controlli clinici. Esami che il coordinatore dello […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Leiva barricate il Sergente, nun fatelo andare via e per te speriamo che non sia nulla di grave. Forza Lazio sempre.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Meno male Lucas??⚪??

trackback

[…] Leiva: “Infortunio? Credo nulla di grave. Milinkovic importante per noi” […]

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Approfondimenti