Resta in contatto

News

Silvio Proto e la Champions: “Firmerei subito, dobbiamo dare tutto”

Proto, niente amichevole a ritiro a Marienfeld: riposo precauzionale

Silvio Proto interviene da Auronzo di Cadore a Lazio Style Channel: il portiere belga parla degli obiettivi stagionali e personali

È alla sua seconda stagione con la Lazio, Silvio Proto. E dal ritiro di Auronzo di Cadore, interviene ai microfoni di Lazio Style Channel per parlare della nuova stagione alle porte.

Ecco le dichiarazioni del secondo portiere biancoceleste:

“Mi sono sottoposto a un piccolo intervento durante le vacanze e non giocherò in queste due settimane qui ad Auronzo di Cadore. Sto lavorando con mister Grigioni, ma non posso prendere botte. A parte questo, sto bene”.

“Il ritiro per un portiere è difficile, i tifosi ti danno la carica quando effettui una bella parata. Bisogna fare tutte le cose per bene”.

“Questa è la mia ventesima stagione da professionista, ma ognuna è differente: lo scorso anno ho trovato molti aspetti diversi arrivando in Italia, ora mi sono abituato. Mi piace fare il secondo, aiutare Strakosha ma anche i più piccoli come Guerrieri e Adamonis”.

“Il ritiro serve anche a formare un buon gruppo: siamo un spogliatoio di bravi ragazzi che lavora per raggiungere i propri obiettivi. Non interessa chi gioca o meno, conta arrivare più in alto possibile”.

La Coppa Italia è stata una vittoria importante, quest’anno siamo stati bravi ad approfittare del fatto che le migliori squadre, come Juventus o Napoli, non fossero arrivate in finale. In campionato, alcune partite potevano andare meglio, ma siamo felici di aver alzato al cielo un trofeo”.

Firmeremmo volentieri per una qualificazione in Champions, lo scorso anno c’è riuscita l’Atalanta e noi non siamo da meno: non servono però le parole, ma solo il lavoro sul campo”.

“Io e Guido siamo entrambi molto tranquilli, abbiamo gusti simili, siamo compagni di camera e abbiamo un ottimo rapporto”.

“Il clima qui è bellissimo, la mia famiglia però un po’ mi manca! Da tempo io e mia moglie volevamo vivere questo bel viaggio negli Usa e i bambini sono rimasti a Roma con i miei genitori. È stato stupendo, fosse possibile ripartirei subito. Dagli States siamo poi andati tutti in Grecia e ci siamo divertiti anche giocando a golf”.

Ricordo bene l’esordio a Cagliari, è stato emozionante, peccato per il gol subito nel finale: mi diverto ancora sul campo e questo, alla mia età, è ciò che più conta. I tifosi greci sono molto caldi, alla Sardegna Arena si respirava un’atmosfera molto bella”.

Spero di riuscire ad aggiungere un’altra Supercoppa al mio palmares. Ora è presto per dire chi è favorito, noi vogliamo giocare per i nostri obiettivi, ci teniamo a fare bene anche in Europa League. Dovremo fare il massimo per raggiungere la Champions, ma il nostro percorso è già iniziato”.

 

Leggi anche:

Lazio, l’allenamento del pomeriggio: Jony si prende i primi complimenti

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Silvio Proto e la Champions: “Firmerei subito, dobbiamo dare tutto” […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

eddaje allora……carica a testa bassa SFL

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Già!! ??⚪??

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Immobile

#CountdownToHistory: Immobile affonda anche il Sassuolo. Girone d’andata chiuso a quota 13

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News