Resta in contatto

#CardoMercato

#Cardomercato, facciamo chiarezza sulle suggestioni Robben e Keita

I rumors su Robben e sull’idea di far tornare Keita a Roma stanno calamitando l’attenzione nel mondo Lazio. Il nostro punto della situazione

Arjen Robben e Keita Baldé Diao. Lo svincolato di lusso e l’ex “figlioccio” biancoceleste. Mentre la Lazio ha in ballo le operazioni Jony e Wesley e prepara le altre mosse di mercato, è attorno a questi due nomi altisonanti – ognuno a modo suo – che si è scatenata l’attenzione social e non solo.

Due suggestioni su cui cerchiamo di fare chiarezza, sulla base dei riscontri in nostro possesso. Cominciando da Robben: il grande campione olandese si è svincolato dal Bayern Monaco, a 35 anni e mezzo cerca una nuova avventura. L’idea è stata effettivamente prospettata alla società, che però ha in mente altri tipi di soluzione.

Per quanto riguarda le voci su Keita, sia dalla Lazio che dall’entourage dell’ex attaccante biancoceleste arrivano smentite categoriche. Il senegalese tornerà al Monaco, dopo che l’esperienza di un anno all’Inter si chiuderà senza il riscatto. I monegaschi hanno intenzione di piazzarlo di nuovo altrove, ma la possibilità di un ritorno a Roma non rientra tra le strade percorribili. Non a caso, anche lo staff del giocatore nega questa possibilità e lo stesso Inzaghi ha altre idee.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non siamo mica da ” rimpiazzò” noi!! E poi non aveva detto che la Lazio era una squadre di Partenza? E allora parti bello, vai vai

Elvio
Elvio
1 anno fa

Robben magara,te prego loti’,fallo e avrai migliaia di abbonamenti in più.elvio. SSL rione prati

Gabriele
Gabriele
1 anno fa

Se si punta a dare al Mister una squadra pronta al 90% per l’’inizio del ritiro,bisogna concludere in fretta la cessione di SMS. Con il cash a disposizione,si può dare inizio alle danze.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Enea Buccilli

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Santa Pace … meno male! Abbasso le minestre riscaldate!

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da #CardoMercato