Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Immobile: “Contento della mia stagione. Non vedo una Lazio senza Inzaghi”

Immobile, tre anni fa l'esordio con gol con l'aquila sul petto

Ciro Immobile è intervenuto al termine di Torino-Lazio per fare un bilancio della sua stagione e di quella della squadra: tutte le sue dichiarazioni

Ciro Immobile chiude il campionato con un gol, il primo dopo nove partite (tra Serie A e Coppa Italia) senza trovare la rete. Non andava a bersaglio dal 7 aprile contro il Sassuolo, si è sbloccato a Torino contro la sua ex squadra.

L’attaccante biancoceleste chiude così l’annata con 15 reti in 38 giornate, 19 centri a livello stagionale. Numeri che gli permettono di toccare quota 67 gol in Serie A in tre anni di Lazio, mentre sono già 86 le marcature complessive da quando è a Roma. Piccolo rammarico, finire il campionato con 99 gol in carriera nella massima categoria: ancora uno sforzo e Ciro taglierà il traguardo dei 100.

Al termine della partita, Immobile ha commentato la stagione – sua e della Lazio – ai microfoni di Lazio Style Channel, di Sky Sport e in conferenza stampa, al posto di Simone Inzaghi.

Le dichiarazioni di Immobile @LazioStyleChannel

È importante a livello personale aver finito il campionato con un gol, ho sofferto un po’. È un rammarico concludere la stagione con 99 gol in Serie A, ma raggiungere i 100 gol sarà il primo obiettivo del prossimo anno“.

Sul 2-1 potevamo fare qualcosa in più, ma eravamo anche stanchi“.

È molto importante per noi aver vinto questo trofeo, siamo molto orgogliosi. Abbiamo battuto una grande squadra in finale, non abbiamo nessun rammarico. Quando chiudi la stagione con un trofeo, è sempre bello“.

Dobbiamo ricaricare le batterie per ripartire fortissimo a luglio“.

Sono contento per i Primavera, Capanni ha esordito. Siamo una famiglia e cerchiamo sempre di mettere questi ragazzi a loro agio“.

I tifosi mi sono sempre stati vicino, ringrazio i veri tifosi laziali che mi ha fatto sentire il loro affetto anche quando le cose non sono andate bene“.

Con Belotti siamo amici, sono contento di finire a parità di gol con lui“.

Le parole di Ciro @SkySport

Abbiamo vissuto due settimane davvero belle, emozionanti. La gente c’è stata vicina dopo la vittoria della Coppa Italia, nelle ultime due partite c’è stata un po’ distrazione. Non è bello finire con una sconfitta, ma siamo orgogliosi di quanto fatto. Non siamo riusciti a centrare la Champions League, abbiamo percorso la seconda strada della Coppa Italia, vincere un trofeo è sempre importante“.

Mi fa piacere che tutti si aspettino qualcosa di più da me. Il bottino di quest’anno non si può paragonare a quello della scorsa stagione, ma un’annata come quella non può capitare sempre. Questa non è stata assolutamente una stagione fallimentare, ci metterei la firma ad arrivare sempre a una ventina di gol“.

La Nazionale? Non ho avuto segnali, aspetto con ansia le convocazioni e come tutti le accetterò. Non è vero che non ho buon rapporto con Mancini, quando ci siamo trovati ha parlata con me come fa con tutti gli altri. E ogni volta che c’è stata l’occasione mi ha messo in campo. So come farmi perdonare con la Nazionale. Non sono con la testa in vacanza, perché aspetto questa chiamata“.

Il futuro di Inzaghi? Il bello della Lazio è che è una famiglia, si dicono le cose per come stanno. Con lui ho un rapporto speciale, sia in campo che fuori, sarebbe una perdita importante per me e per i miei compagni. Saremmo contenti di proseguire con lui, poi sia lui che la società devono fare le proprie scelte. Quando si lascia, come nel caso di Allegri, bisogna rimanere in buoni rapporti, ma come detto noi siamo una grande famiglia“.

Immobile è intervenuto anche in conferenza stampa

In queste due settimane abbiamo un po’ mollato dopo la coppa Italia. Abbiamo provato nel secondo tempo, ci poteva stare un 2-2“.

Il voto alla stagione è alto, quando vinci un trofeo ti resta nel palmares“.

L’anno scorso vi ho abituato bene, segnavo ogni partita, ma non sempre si può fare. A mente fredda credo che 15 reti non siano male“.

Una Lazio senza Inzaghi? Non la vedo, in questi tre anni abbiamo creato un ambiente familiare, in cui tutti si sentissero a casa“.

Io auguro a Belotti che Mancini ci chiami a entrambi e che il mio nome non intralci il suo. In Nazionale siamo in camera insieme, anche lui ha fatto un’ottima stagione“.

Mi dispiace dei fischi ricevuti a Torino, perché qui sono stato bene. Mi avrebbe fatto piacere raggiungere i 100 gol perché ho costruito tanto con i granata e poi ho continuato con la maglia della Lazio. Ma non si può avere tutto dalla vita“.

 

Leggi anche:

Torino-Lazio, Capanni: “È il giorno più bello della mia vita”

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News