Resta in contatto

Settore giovanile

Lazio, un vivaio stellare: in 15 chiamati a vestire la maglia azzurra

Lazio, un vivaio stellare: in 15 chiamati a vestire la maglia azzurra

Lazio, il settore giovanile biancoceleste è in crescita costante. E nel finale di stagione potrebbero arrivare grandi soddisfazioni

I giovanissimi della Lazio attraggono l’attenzione sia singolarmente sia come squadre. E gli occhi sono puntati sui finale di stagione.

La Primavera di mister Bonacina affronterà sabato prossimo il Verona per i quarti di finale dei playoff promozione. L’obiettivo è quello di tornare nel campionato Primavera 1, ovvero la Serie A di categoria. E questo obiettivo è assolutamente alla portata dei giovani aquilotti che hanno terminato il girone B in seconda posizione con un numero di punti superiore alle squadre del girone A.

Anche la U16 di Alboni ha ottenuto un ottimo risultato in campionato: terza in classifica e accesso ai playoff. I piccoli biancocelesti affronterranno quindi settimana prossima il Bologna allo Stadio Melli di Roma e potranno accontentarsi del pareggio per superare il turno.

Meno fortunata invece, la U17 che in seguito al pareggio con il Torino ha visto sfumare la possibilità di accedere ai playoff per un solo punto.

Ma anche in questo caso c’è un risvolto della medaglia positivo da valutare: l’allenatore Fratini ha dovuto prestare spesso i propri aquilotti alla Primavera privandosi del reale potenziale della sua rosa.

Bene anche la U14, 13 e 12. La Lazio può ritenersi più che soddisfatta del proprio vivaio, tenendo inoltre conto del fatto che ben 15 giovani biancocelesti sono stati convocati dalle varie rappresentative della nazionale italiana.

Uno dei giovani gioielli con l’aquila sul petto è Michele Riosa, attaccante classe 2003. Il ragazzo ha convinto il mister Zoratto della nazionale U16 con i suoi 16 gol in stagione. Analogamente anche Marco Mancino, attaccante classe 2003, che pur arrivando dal vivaio giallorosso ha presto conquistato i cuori laziali con le 15 reti segnate in campionato.

Quindi, un vivaio stellare quello laziale pronto a regalare grandi soddisfazioni e in futuro grandi campioni.

La Primavera 2 termina la Regular Season al 2° posto. Pronta per i playoff

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Settore giovanile