Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Oltre la Lazio

Lazio, Lotito vicino ai biancocelesti in trasferta? A Salerno mugugnano

Lotito su De Vrij nella famosa Lazio - Inter: "Io non lo avrei fatto giocare"

Lazio, la presenza di Claudio Lotito al seguito dei biancocelesti in casa di Inter e Spal non piace all’ambiente granata

Per Claudio Lotito, la doppia trasferta al seguito della sua Lazio ha vissuto emozioni diverse: la gioia per la vittoria di San Siro con l’Inter, la delusione per il ko beffardo contro la Spal.

Una sfida, quella di Ferrara, che aveva visto il presidente biancoceleste in una veste insolita: quella del ‘motivatore’ che aspetta i giocatori fuori dal pullman per incitarli.

Un quadretto che ha suscitato più di una polemica nel mondo della Salernitana. Nell’ambiente granata, la decisione di Lotito (co-proprietario del club) di tornare a seguire la Lazio in trasferta è stata percepita come una contraddizione rispetto all’atteggiamento che mostrerebbe nei confronti della squadra campana. Critiche che arrivano in un momento in cui la Curva Sud granata è in piena contestazione nei confronti di Lotito.

Ecco per esempio cosa si legge su Salernogranata.it:

Nulla di strano, sia chiaro, ma le immagini riportate da Sky stridono con quanto si sta vedendo a Salerno da qualche settimana a questa parte. Nessun patron presente nel match contro il Venezia, bocche cucite e apparentemente nessuna decisione presa dopo  la sconfitta di La Spezia, la quinta nelle ultime quattro partite“.

Questo invece è quanto si legge in un editoriale pubblicato sulla testata locale LiraTv.com:

Il Claudio Lotito sempre più presidente presente della Lazio fa storcere il muso ai tanti tifosi granata che ieri hanno assistito alle immagini rilanciate dai principali media nazionali […] Un modus operandi che fa discutere e che determina ulteriori malumori in una piazza, quella granata, stanca di sentirsi solo la dependance della casa madre Lazio“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "60anni,ancora problemi di vita da risolvere ma ogni volta che torno ai tempi di Beppe Signori mi commuovo e la testa si riempie di ricordi strepitosi..."

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Oltre la Lazio