Resta in contatto

Esclusive

Lazio, 3 domande a Gielle: “I complimenti dei giocatori un orgoglio” (VIDEO)

Gianmarco, meglio noto come Gielle, è uno dei videomaker più conosciuti del mondo Lazio. Le sue opere emozionano ogni volta i tifosi biancocelesti…

In attesa che la Lazio torni in campo – domenica prossima contro l’Inter – i tifosi biancocelesti più bisognosi potranno colmare questa assenza con i video di Gielle. Realizzazioni meravigliose di azioni, giocate e gol che oltre a ricevere migliaia di condivisioni, complimenti e mi piace, hanno la forza di far emozionare i laziali. Oggi andiamo a conoscere meglio chi c’è dietro questi lavori, ovvero Gianmarco, grandissimo videomaker.

1 – Partiamo dal video “Non è finita fino a quando lo decido io”. La Lazio deve lottare fino in fondo per la Champions e la coppa….

“Ci credo, sono positivo. Ho cercato di realizzare questo video dopo Fiorentina-Lazio perché ho sentito troppo disfattismo. I punti dalla zona Champions non sono impossibili da recuperare, anche se bisogna vincere uno dei due scontri diretti di San Siro. Da dicembre la Lazio è tornata a giocare bene, dopo l’anno scorso questa squadra merita di arrivare tra le prime quattro. Il cambio della posizione di Luis Alberto è stato fondamentale, c’è più qualità  in mezzo e secondo me ha dato nuovi stimoli a tutti gli altri compagni, oltre che mettere in difficoltà gli avversari”.

2 – Il rapporto con i tifosi. Quanto sei soddisfatto quando i laziali condividono i tuoi video?

“Mi riempie di gioia e felicità, perché dietro a ogni video c’é tanto lavoro. Mettendo immagini  della Lega e utilizzando musica non mia non ricevo un euro, lo faccio quindi solo per passione. I complimenti, che ricevo anche dai giocatori, mi riempiono d’orgoglio, mi danno la forza per continuare. Dopo il derby ho passato anche la notte in bianco, ma sono contento”.

3 – Qual è il video più bello che hai fatto? O quello più emozionante?

“Sono complicato, non sono mai soddisfatto al cento per cento di un mio lavoro. Probabilmente il video pià complicato è quello sui 119 anni ed è forse anche il più bello. Ma lascio decidere ai tifosi. Chiudo con una frase che si dice sempre, il più bello é sempre il prossimo. Magari dopo Inter-Lazio…”

Qui il capolavoro sul derby vinto 3-0:

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement

Altro da Esclusive