Solo La Lazio
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Verso Roma – Lazio, Delvecchio: “Ecco come si vince il derby”

L'ex attaccante giallorosso ha raccontato aneddoti sulla stracittadina di Roma e di come il risultato del match influenzi un'intera città

Manca sempre meno a Roma-Lazio, derby che infuocherà la 31esima giornata di Serie A nel sabato pomeriggio alle 18. Le due squadre arrivano da momenti diversi ma la stracittadina può essere la chiave di svolta per questo finale di stagione. A parlare di questo speciale match ci ha pensato Marco Delvecchio, testimonial dell’ultima maglia giallorossa che sarà indossata per l’occasione. L’ex attaccante giallorosso ha raccontato aneddoti e sensazioni dietro una partita che è sempre molto di più di questo. Ecco le sue parole nella lunga intervista all’AS Roma Podcast.

Le parole di Delvecchio su Roma – Lazio

“Derby? Non c’è paragone. Il derby di Milano lo senti quando arrivi allo stadio la domenica, ma il derby di Roma lo inizi già a vivere un mese prima del derby. Un’altra storia, altre tifoserie, altri sfottò, altri colori: è un derby sentito 10 volte di più rispetto a quello di Milano. Nove gol contro la Lazio? Bisogna avere anche un po’ di fortuna e io avevo la fortuna e la bravura nel segnare sempre nel derby. La sentivo come partita, era importante e tutti ci tenevano. Riuscivo a dare il meglio di me. Il primo che ho fatto nel derby ho detto ok, ho fatto gol al derby. Poi c’è stata una doppietta e un’altra doppietta. Da lì ho capito che il derby era cosa mia, gli altri gol sono venuti di conseguenza”.

Poi continua:

“Il derby che ricordo con più emozione è il primo (98-99). Abbiamo vinto dopo diversi derby persi. Quello prima avevamo pareggiato da 3-3 da 3-1 per loro ed era praticamente un altro derby perso. Il primo derby 90’-99’ è stato il crocevia che ci ha fatto vincere tanti derby dopo. In queste partite non c’è bisogno di stimoli, ti caricano a prescindere. Io non vedevo l’ora che arrivasse il derby e mi dicevo ‘pensa se faccio gol un’altra volta’. Volevo prendermi la scena e non vedevo l’ora. Quando c’è il derby di solito fanno vedere i derby passati e quindi li vedo. Però non sono uno a cui piace vedere i gol, mi fa piacere però non ci vado spesso. Ogni tanto esce qualche filmato dei miei gol e li vedo sempre”.

Delvecchio sul derby di Roma e come vincerlo

“Il derby? Se rimani freddo rimani a giocarlo meglio. Bisogna avere quell’approccio positivo ma non troppo intenso. Lo affrontano in modo ‘come va va’, non me ne facevo una ragione di vita. Non ci pensavo troppo, sennò poi se ci pensi troppo ti levi tante energie. Cercavo ad avvicinarmi come se fosse una partita qualsiasi, però poi quando ero in campo cercavo di dare il massimo come sempre. Il segreto è cercare di viverlo un po’ spensierati per dare il meglio, De Rossi è un ragazzo nato a Roma e cresciuto qui, lo viveva con tanta attenzione come anche Totti. Ci pensavano anche troppo e magari non riuscivano ad esprimersi nel migliore dei modi. Daniele è cresciuto tantissimo, è maturato e saprà come affrontare il derby nel migliore dei modi e sono sicuro che lo farà benissimo”.

Delvecchio: “Nesta mi soffriva, io invece Gottardi”

“Nesta era senza dubbio il laziale che mi soffriva di più, ma io soffrivo tantissimo Gottardi. Come caratteristiche era diverso da me. Nesta aveva un passo lungo ed era alto come me e mi trovavo a mio agio. Gottardi era velocissimo, quando me lo mettevano addosso avevo difficoltà. Io in progressione andavo più forte di lui, ma nei primi passi era molto reattivo”.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Sempre FORZA LAZIO!
Sempre FORZA LAZIO!
15 giorni fa

Intervista a Delvecchio sul sito SOLO LA LAZIO…SOLO LA LAZIO! Ma ‘sti cavoli di quello che dice Delvecchio !!! L’intervista ad un ex giocatore della Roma può essere gradita o sul sito SOLO LA ROMA o a chi soffre di stitichezza..

Adrian 26.05.2013
Adrian 26.05.2013
13 giorni fa

200% d’ accordo.

Articoli correlati

L’infermeria del Genoa si riempie infatti Messias e Bani hanno alzato bandiera bianca e nelle...
Il Corriere dello Sport: "I due calciatori obiettivi della Lazio per giugno"...

Dal Network

Closing in vista con Orienta Capital Partners che acquisterà una quota superiore al 60% del...

  Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del...

È un Gian Piero Gasperini molto soddisfatto quello che analizza il successo scoppiettante della sua...

Altre notizie

Solo La Lazio