Solo La Lazio
Sito appartenente al Network

Lazio, Zaccagni: “Quello di Roma è il derby più sentito. Dobbiamo migliorare contro chi ci insegue”

Il numero 20 ha rilasciato un’intervista ai microfoni della Lega Serie A

Mattia con quattro assist e otto gol questa è già la tua migliore stagione di sempre…

Si, è vero ma penso di poter fare ancora molto meglio, il salto di qualità l’ho fatto, ma ora viene la parte difficile perchè devo confermarmi e dare continuità al mio rendimento su certi livelli. Sono migliorato sull’aspetto mentale ma anche su quello tecnico grazie al mister!

Ecco a proposito di Maurizio Sarri, per te è stato molto importante. Quanto sta cambiando il tuo modo di giocare?

A Verona giocavo come trequartista, ora sono un attaccante esterno: mister Sarri mi ha subito detto quando sono arrivato qui che il mio ruolo sarebbe stato quello di esterno sinistro. Anche se prima giocavo in posizione più centrale, questo ruolo mi piace, mi appartiene, anche se devo migliorare ancora molto. Sarri mi chiede continuamente di attaccare la profondità e di attaccare la porta su palla opposta.

Il Mister ti ha chiesto molto di più anche a livello realizzativo…

Si, già in ritiro mi ha detto che prendeva la doppia cifra in questa stagione, e in realtà la pretendo anche io! Sto cercando in tutti i modi di arrivarci al più presto!

Sei uno dei giocatori che subisce più falli in Serie A TIM…

Subisco tanti falli, ma non solo quest’anno, anche gli anni scorsi. Credo il mio modo di giocare, il fatto che io sia brevilineo e rapido, porti un po’ i difensori a commettere fallo. Mi spiace essere fermato così quando punto la porta, ma questo è il gioco.

Al netto della posizione in campo sei più tigre o arciere?

La tigre che ho tatuato sulla schiena è l’emblema della forza. Mi piace molto la tigre, ha caratteristiche che cerco di riportare quando scendo in campo. L’esultanza in cui lancio una freccia con l’arco, invece, è nata un po per caso una volta a Verona, ma non avevo in programma di continuare a esultare così dopo un gol. Invece quella rete con conseguente celebrazione è stata trasmessa durante il mio video di presentazione alla Lazio e da quel momento ho continuato a esultare così!

Passeggiando per parchi e campetti si vedono tanti bambini esultare in quel modo dopo un gol…

Per me è un onore che i tifosi mi considerino un simbolo della squadra. Cerco in tutte le partite di dare il massimo in campo e piano piano sto raccogliendo i frutti del lavoro.

Cosa vi manca per fare un ulteriore salto di qualità?

Con le grandi abbiamo sempre fatto benissimo, forse ci è mancato qualcosina con le altre. Le grandi partite ci appartengono di più e troviamo più motivazioni. Dobbiamo migliorare in questo, mettendoci sempre più motivazione anche se chi gioca contro di noi sta dietro in classifica.

Domenica c’è il derby, una partita che si presenta da sola. Cosa ti aspetti?

Sarà una sfida importantissima per la Champions e sarà importantissima perché è il derby. Le chiavi per vincere saranno cuore e personalità.

Ti ricordi il derby di andata?

Il derby di andata è stata la partita più sentita della mia carriera! Si respira un’aria, una tensione, un’atmosfera diversa. È una partita che soprattutto i ragazzi che sono qui da tempo ti trasmettono. È una gara unica che ti mette grande carica.

E tu come gestisci questi momenti?

La tensione è giusto che ci sia, bisogna averla, poi sta a te trasformarla in energia positiva o negativa.

Non ha mai fatto gol alla Roma…

Penso che segnare il gol decisivo nel derby sia il sogno di ogni bambino. Questo è il derby più sentito d’Italia, forse d’Europa, ce la metterò tutta!

Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Ma lavate i denti.. con AZ

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Vedremo…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Vergogna

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Beh Zaccagni in campionato si è speso molto con buoni risultati

Articoli correlati

Lazio - Milan, scelto Di Bello come arbitro della sfida tra biancocelesti e rossoneri...
Lazio, il commento del direttore del Corriere dello Sport su Lotito e sul momento che...
Lazio, il portiere portoghese si è trasferito in estate al club iberico in prestito con...

Dal Network

È un Gian Piero Gasperini molto soddisfatto quello che analizza il successo scoppiettante della sua...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Zvonimir Boban, ex “Head of Football” presso l’UEFA, ha annunciato le sue dimissioni irrevocabili...

Solo La Lazio