Solo La Lazio
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Superlega, presentato il nuovo format: i dettagli

Non ci saranno squadre fisse e saranno coinvolti fino a 80 club

La Superlega ha presentato una nuova proposta di format per la competizione. Nessun club fisso nella disputa, un minimo di 14 gare per squadra e un coinvolgimento di massimo 80 club, suddivisi in più divisioni. Ad appoggiare il progetto Barcellona, Juventus e Real Madrid

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
DajeSSL1900
DajeSSL1900
1 anno fa

Preferivo il vecchio modello, nel senso che quello avrebbe avuto il pregio di levarci dalle palle quella dozzina e poco più di club superindebitati che avrebbero fatto la SL solo per rimandare l’inevitabile loro fallimento, con conseguente ridimensionamento globale del calcio, degli stipendi, dei diritti tv, e un ritorno ad un passato più semplice e meno plasticoso, in cui gli altri club avrebbero finalmente giocato ad armi pari o almeno “meno dispari” di prima.
Con questo nuovo progetto invece i superindebitati rischiano seriamente di infettare tutti gli altri e far quindi sprofondare tutti.
Onzi-Onzi, sento odor di…ehm…schema Ponzi…

Last edited 1 anno fa by DajeSSL1900
Val
Val
1 anno fa
Reply to  DajeSSL1900

Non ci sarebbe stato alcun ridimensionamento verso il basso come credi.

Non ti è chiara la situazione, evidentemente. Queste squadre, Barça, Real, Juve, non riescono per investimenti a stare appresso a sceicchi nel PSG, mogul Russi nel Chelsea (ora un bel fondo d’investimento statunitense), le squadre di Premier che per finanziamenti prendono molto di più di quelle di Liga e Serie A.

Però questi signori si sentono l’aristocrazia del calcio Europeo, e come tali stavano cercando di comportarsi: come quando sul finire del ‘700 e nei primi dell’Ottocento il ceto borghese in Europa iniziò ad insediarli.

Si sono semplicemente trovati ad essere pescecani ingoiati da balene.

A noi non torna nulla in tasca, se non un’ulteriore passo del calcio verso una piece di Broadway più che verso una competizione sportiva.

Non c’è alcun ritorno al calcio stile anni ‘70-‘80, a meno di cataclismi mondiali finanziari enormi, per i quali l’ultima cosa di cui uno si preoccuperebbe nella vita poi sarebbero le squadre di calcio.

Last edited 1 anno fa by Val

Articoli correlati

Infantino annuncia: "Vogliamo introdurre il VAR a chiamata"...

Dal Network

Closing in vista con Orienta Capital Partners che acquisterà una quota superiore al 60% del...

  Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del...

È un Gian Piero Gasperini molto soddisfatto quello che analizza il successo scoppiettante della sua...

Altre notizie

Solo La Lazio