Solo La Lazio
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Conferenza Sarri: “Curioso di vedere la nostra crescita. Mercato? Non mi interessa”

Mister Sarri ha parlato in conferenza stampa a Formello.

Tanti i temi toccati dal mister biancoceleste alla vigilia del match contro il Milan in programma domani sera all’Olimpico.

Le sue parole.

“Domani bisognerà avere attenzione e non essere superficiali. Il Milan è campione d’Italia, sono forti hanno individualità importanti e la sfida sarà difficile. La consapevolezza è tutto e mi aspetto una squadra, la nostra, pronta mentalmente. Anderson? Può far bene in qualsiasi ruolo perché è forte. Mertens in confronto a lui è più offensivo e attacca meglio la porta, ma Felipe può tranquillamente giocare al posto di Ciro. Non pensiamo alla classifica e alla situazione Juventus. Ieri ho visto la partita e sia i bianconeri che l’Atalanta sono due squadre davvero molto forti. Per quanto riguarda la formazione il tutto è sempre dettato dall’allenamento. Luis si allena bene da mesi e se oggi lo vedo bene domani giocherà. L’obiettivo è dare il cambio 100% e nessun calciatore ha detto qualcosa sulla questione Juventus. Nella partita singola possiamo competere con tutti anche contro il Milan, anche se i rossoneri hanno dimostrato di essere più forti di noi lo scorso anno. Domani valuteremo quanto siamo cresciuti. In questo momento ci manca avere un numero di attaccanti di alto livello per fare i cambi. Felipe è cresciuto tanto, ma se continua a giocare lui insieme agli altri due sempre e costantemente pagheremo dazio. Milinkovic? Come tutti gli altri ha sofferto il rientro dal Mondiale. Viene da due partite fatte in maniera seria, ma non spettacolare. Ha preso la strada giusta e se continuerà a giocare con questa applicazione ci darà tanto. Il Milan è forte sugli esterni e sono sicuro che vedremo una squadra molto forte e non in crisi. Romagnoli? Calciatore di altissimo livello e sono molto contento di lui. Per noi è perfetto come caratteristiche e ha preso in mano la difesa e la guida in maniera ottimale. Ci aspettano partite importanti davanti a noi, ma la forza nostra deve essere quella di guardare sempre avanti e mai indietro, anche perché giocando ogni tre giorni non possiamo permetterci distrazioni positive o negative. Mercato? Non mi interessa parlare di mercato, visto che domani affronteremo il Milan. L’unica cosa che posso fare è recuperare Immobile il prima possibile, per il resto non posso fare nulla. Mi auguro di recuperarlo il prima possibile e tra domani e dopodomani farà dei controlli. Non posso parlare di penalizzazione perché la materia dove andavo peggio a scuola era diritto, mi annoiava molto. Il Milan è una squadra fortissima che ha preso calciatore forti e giovani ma che ha soldi per comprare e investire. Hanno risollevato una squadra in tre anni con un lavoro straordinario.

Subscribe
Notificami
guest

23 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Marco
Marco
1 anno fa

e comunque sentendo l’intervista quando parla della crescita del Milan e del fatto che hanno speso 28 milioni per De kaetelere ( con 28 milioni il gestore ci fa 2 campagne acquisti) sottointende il fatto che la lazio con Lotito non puo’ competere con le 5/6 squadre sopra di lei a livello economico( io ci metterei anche Atalanta e Fiorentina), quindi mi e’ sembrato che sia un allenatore quasi prossimo ai saluti… perche’ oltre la poca forza economica non hanno assecondato neanche le sue richieste di mercato.. quindi se arriva un’offerta da una squadra importante se ne va senza pensarci troppo..spero di sbagliarmi…non oso immaginare chi possa venire al suo posto.E comunque io sono sempre per Sarri!!!

Val
Val
1 anno fa
Reply to  Marco

Non lo so.

In parte anche Sarri è stato ed è funzionale alla retorica del Lotito “pater familiae”; in particolare quando dichiara che la “gestione familiare” a lui piace molto di più dell’aver a che fare con un fondo d’investimento.

Quella dichiarazione può essere vista anche dal lato opposto, della serie: loro hanno buttato al vento i soldi di una nostra intera campagna acquisti per un solo giocatore che non rende, mentre noi stiamo investendo sui giovani.

Si potrebbe tuttavia far notare come la Lazio ha praticamente ripreso a coltivare il proprio settore giovanile solo da un paio di anni a questa parte, e questo una squadra che vive di autofinanziamento non può permetterselo secondo me.

Spendere oltre 35 milioni per acquistare 4 giocatori molto giovani (Maximiano, Gila, Marcos Antonio, Cancellieri e Raul Moro) potrebbe anche essere criticabile, adducendo che questo genere di profili li si sarebbe dovuti generare —a costi ben più ridotti— dal proprio settore giovanile, anziché andarli a pescare da prime squadre come scommesse o addirittura a prezzi fuori mercato da altre academy.

Persino il Chelsea —che ha speso quasi mezzo miliardo di euro in queste due sessioni di mercato— non si sognerebbe mai e poi mai di rinunciare e ridimensionare la propria academy.

La differenza tra l’avere a che fare con un fondo d’investimento ed una gestione familiare sta anche lì: nel primo caso ci sono dei manager più o meno competenti che svolgono un lavoro, nel secondo tutto è molto più improvvisato. Nel primo caso prima di decidere di togliere o di stanziare delle risorse al settore giovanile si fanno degli studi di settore, nel secondo si decide più sulla sporta del momento.
Nel primo caso compiti e responsabilità sono ben delineati, nel secondo tutto è molto più vago ed interpretabile.

Concludo dicendo che secondo me Cragnotti è da elogiare si per il fatto di aver messo molte risorse nella Lazio a suo tempo, ma soprattutto per come aveva organizzato la società, provenendo ed avendo lavorato molti anni in un mondo imprenditoriale di tutt’altra dimensione e caratura rispetto all’azienda familiare piccolo/medio borghese.

Marco
Marco
1 anno fa
Reply to  Val

Giuste osservazioni ma come era organizzata la Lazio di Cragnotti e come è organizzata quella del gestore ci passa la differenza tra una squadra professionistica e il Borgorosso. Cragnotti aveva Zoff, Paglia, Bendoni,osservatori in giro per il modo,Cragnotti era un imprenditore globale, questo vive di commesse statali senza rischio di mercato e questa sua filosofia si vede nella gestione della Lazio che nn investe per raggiungere un obiettivo come fanno i veri imprenditori ma prima ottengo il risultato e poi coi soldi guadagnati investo…. insomma il processo alla rovescia .ps.Poi comunque ricordiamoci che De Kaetelere era un pallino del biondo de Tirana … meno male che l’ha preso il Milan…sennò buttava altri soldi oltre i 40 milioni sprecati in questi anni.comunque il popolo laziale dovrebbe spingere per far cambiare le cose mentre noto che il gestore ci ha anestetizzati in questi 18 anni, ci scivola tutto addosso ormai, non abbiamo più voglia di manifestare per un cambiamento societario, forse questa è la sua più grande vittoria, dopo Di padre in figlio ci siamo un po’ addormentati, con Sarri anche io speravo che cambiasse ma era solo utopia.forza Lazio forza Sarri

Marco
Marco
1 anno fa

ennesimo schifo di non mercato..prese per i fondelli da 18 anni verso allenatori e tifosi…cosa si puo’ fare per liberarci di questo personaggio?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Se ne eravamo accorti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Scusate ma avete ascoltato o letto l’intervista? Esattamente dove sta la frase “davanti mi mancano i cambi?”. Messa addirittura nel virgolettato. Bah!

Mauro
Mauro
1 anno fa

Leggendo i commenti, mi sembra che commentate una conferenza della Roma.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma chi ha voluto l’inguardabile Cancellieri ?????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Come fa ad interessare una cosa se non esiste?????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Il mercato? Tutte le domeniche in qualsiasi RIONE…! 😉😂😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Perché…… pensava che a lui gli fosse riservato un trattamento diverso ??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non sa più come dirlo, maledetti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non ce ne eravamo accorti!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Società ridicola

Ruggero
Ruggero
1 anno fa

2 miserabili,che prendono solo dalla lazio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Prendi i giovani

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

DS e Presidente improvvisati.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

“Te stai sempre a Lamentà” ti risponderebbe qualcuno

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Credo parli così del mercato perché lo ha fatto fino allo sfinimento…. andrà avanti come può fino a fine campionato….poi saluterà il duo ….gatto e la volpe e se ne andrà.coloro che sono in panchina…non sono i giocatori che lui cercava di avere in rosa….e fa bene ad abbandonare

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Gestore e ds liberate la Lazio!!!!!.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Fai giocare di più Romero , che non ha mai deluso. Tutte e squadre hanno giovani talenti, e noi che credo ne abbiamo uno, marcisce in panca. Cancellieri spaesato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Se ne accorge anche un cieco, solo per la nostra dirigenza (e per quei tifosi che si bevono la loro propaganda) siamo da champions così.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Come tutti gli allenatori che si sono succeduti nei 18 anni del gestore povero in canna e del suo scagnozzo lo stanno sfibrando con questo immobilismo e con i pochi acquisti di scarso valore che vanno a genio solo all’albanese. Siamo in mano a chi non ama la Lazio.

Articoli correlati

Lazio Women, le parole dell'allenatore biancoceleste nel post gara di Verona, dopo la vittoria appena...
Lazio Women, 3-0 al Chievo e sempre +5 sulla Ternana seconda in classifica...
Lazio, le parole di Lotito ai microfoni ufficiali del club biancoceleste su diversi argomenti interessanti...

Dal Network

Closing in vista con Orienta Capital Partners che acquisterà una quota superiore al 60% del...

  Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del...

È un Gian Piero Gasperini molto soddisfatto quello che analizza il successo scoppiettante della sua...

Altre notizie

Solo La Lazio