Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Sarri: “Luis Alberto importante. Immobile? Tornerà presto”

Lazio, le parole di Sarri nel post gara di Coppa Italia contro il Bologna.

Dopo il passaggio ai quarti di finale in Coppa Italia, grazie alla rete decisiva di Felipe Anderson, Maurizio Sarri è intervenuto nel post gara ai microfoni di Lazio Style Radio. Ecco le sue dichiarazioni: “Il Bologna era in forma: ha fatto 9 punti nelle ultime 5 gare. Perciò abbiamo fatto bene, anche senza Immobile. Contro un avversario chiuso non abbiamo concesso nulla e ci siamo creati le nostre occasioni. Hysaj ha semplicemente ripetuto la prestazione di Sassuolo e siamo contenti di aver rivisto in campo sia Maximiano che Patric, in ottima condizione. Il tridente in attacco, oltre ad essere una scelta obbligata, serviva in campo perché questo genere di partite sono pericolose dal punto di vista dell’approccio e siamo in una fase in cui la Coppa Italia può sembrare una competizione minore, ma in realtà non lo è. Visto che si gioca tra 5 giorni, ho scelto di dare un messaggio alla squadra. Milan? Ora sono più preoccupato perché sono forti e hanno preso 3 schiaffoni e avranno sicuramente una reazione importante. Sarei stato più contento se avessero vinto loro 3-0 in Supercoppa. Sulle seconde linee, Marcos Antonio è un discorso particolare perché è un buon giocatore ma ha bisogno di un centrocampo con Vecino e Basic, che stanno attraversando una fase di calo. Spero di recuperarli subito perché si stanno allenando bene, Luis Alberto? Vedendolo giocare così non lo levo nemmeno io. E’ da metà novembre  livello di partecipazione alla fase difensiva, sta diventando un giocatore totale e non ci fa mancare nulla in mezzo al campo”.

Le parole alla radio.

”Bologna squadra tosta da affrontare e in un buon momento di forma. Sono contento della prestazione di Maxi, del ritorno importante di Patric. Ho scelto i titolari perché volevo dare un segnale alla squadra di non sottovalutare una gara per noi importante. Marcos Antonio? Lui sta bene ed è un calciatore importante, ma non può giocare in un centrocampo costruito come quello di oggi. Spero di recuperare anche Basic e Vecino al più presto. Entrambi non stanno vivendo un periodo roseo ma si allenano sempre bene. Tridente? Non avevo scelte, sono stato costretto”.

Le parole in conferenza stampa.

”Crespi? Il ragazzo si allena con noi ma non è pronto per giocare a questi livelli. La squadra ha risposto bene, in una gara difficile in una competizione che all’inizio viene snobbata da tutti, poi però entra nel vivo. Giocando tra cinque giorni ho preferito far giocare i migliori. La partita è stata dominata soprattutto nel secondo tempo quando abbiamo alzato la qualità del palleggio. Media punti senza Immobile importante? Se ci fosse stato Ciro sarei stato molto più sereno, Felipe fa bene svaria tanto ma tante volte non ci da neanche a noi punti di riferimento come invece ci regala Immobile. Vorrei averlo sempre, in tutte le gare anche perché per noi è un punto di riferimento totale. Luis Alberto? Lui sa benissimo che in questo momento non ci sono possibilità di andare via. Sono due mesi che dico che è il miglior calciatore per condizione da due mesi a questa parte, solo che non potevamo giocare per la pausa Mondiale. In questo momento non ci fa mancare niente e sta diventando un giocatore totale. Milinkovic? Nelle ultime due gare ha fatto molto bene, gioca più in maniera concreta anche se non è al top della condizione. Ritorno Immobile? Difficile fare ipotesi, farà un controllo mercoledì e vedremo. Mi aspetto un rientro veloce perché non è un infortunio grave. Non mi devo chiarire con la società perché ho espresso un mio pensiero senza mancare di rispetto a nessuno”.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "60anni,ancora problemi di vita da risolvere ma ogni volta che torno ai tempi di Beppe Signori mi commuovo e la testa si riempie di ricordi strepitosi..."

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News