Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le Cardopagelle

Lazio – Bologna, le Cardopagelle: Pedro Arsenio Lupin, sorpresa Hysaj

Lazio – Bologna, i voti e le pagelle dei biancocelesti a cura del direttore Giulio Cardone

Maximiano 6,5

Di incoraggiamento. Perché in realtà non ha dovuto fare nulla. Da applausi un lancio con i piedi a Marusic. Speriamo sia recuperato alla causa, penso di sì.

Lazzari 6,5

Orsolini gli scappa via una volta, lui invece sulla fascia fila che è un piacere. Bello il cross nella ripresa per il Toque.

Patric 7

Pulito in costruzione, decisivo in copertura quando ha bloccato l’unico progetto di palla-gol dell’innocuo Bologna. Concentrato.

Romagnoli  6,5

Elegante, sereno, lucido

Hysaj 7

Rinfrancato dalla bella prestazione di Reggio, l’albanese conferma i progressi anche sulla fascia sinistra. Sorprendente

Milinkovic 6+

Dentro la partita sempre, quindi miglioramenti evidenti nella condizione psicofisica, ma senza Immobile deve essere più cattivo sotto porta. Però è tornato, su.

Cataldi 6,5

La stanchezza gli fa sbagliare la misura di un passaggio nella ripresa, ma quell’errore si nota perché Danilo è sempre più preciso e continuo in regia. E contributo imprescindibile in copertura.

Luis Alberto 7+

Niente di decisivo in attacco, d’accordo, ma il suo lavoro in campo è diventato essenziale per quantità e qualità. “Ora è un giocatore totale”: l’elogio di Sarri, meritatissimo. Con un Toque così, la Lazio non deve porsi limiti.

Pedro 8

Arsenio Lupin colpisce ancora. Trasforma Sosa in Ibanez, gli scippa la palla e la consegna a Felipe per il gol qualificazione. Secondo me, contro di lui nessun difensore tenterà più il dribbling in area.

Felipe Anderson 8

Terzo gol di fila, sono 4 in 7 gare da falso 9. Non facile sostituire Ciro, ma Pipe ci sta riuscendo alla grande. Che giocatore, mammamia.

Zaccagni 7,5

Forse il più in forma della Lazio, è imprendibile. E Sarri ha capito che è meglio non sostituirlo: traumatica l’esperienza con l’Empoli

Sarri 7

Schiera i titolari perché la partita con il Milan è lontana e perché – lo ha detto lui – ha voluto mandare un messaggio alla squadra: la Coppa Italia è importante, è un obiettivo, non va trascurato. Certo deve fare in modo che ora le seconde linee non si scoraggino. La sua Lazio gioca a memoria, bisogna però essere più cattivi sotto porta. Forza Comandante, ora prepari al meglio la grande sfida con il Milan, bivio cruciale del campionato

Casale 6,5

Ormai è una garanzia.

Marusic 6+

In scioltezza, senza sprecare energie.

Romero 6

Adoro il veleno con cui gioca, La sua verve è importante nei finali di partita

Vecino 6,5

Deve crescere di condizione, stavolta segnali incoraggianti.

Marcos Antonio S.V

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "60anni,ancora problemi di vita da risolvere ma ogni volta che torno ai tempi di Beppe Signori mi commuovo e la testa si riempie di ricordi strepitosi..."

Immobile da record: staccato Signori nella Top 10 dei marcatori di Serie A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Le Cardopagelle