Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Qatar 2022

Germania, foto di squadra con la mano sulla bocca: “I diritti umani non sono negoziabili”

Niente fascia da capitano arcobaleno per Manuel Neuer, ma la nazionale tedesca non ha rinunciato a far valere il proprio
The post Germania, foto di squadra con la mano sulla bocca: “I diritti umani non sono negoziabili” appeared first on Tifosinrete.

Rimani sempre aggiornato sui Mondiali Qatar 2022

Niente fascia da capitano arcobaleno per Manuel Neuer, ma la nazionale tedesca non ha rinunciato a far valere il proprio pensiero sulla discriminazione in Qatar

Alla fine Manuel Neuer ha deciso di rinunciare alla fascia da capitano arcobaleno con la scritta ‘One Love’, ma la Germania ha voluto comunque far valere il proprio pensiero sulla discriminazione in Qatar, sede del Mondiale.

Poco prima del fischio di inizio di Germania-Giappone, la nazionale tedesca ha posato per la classica foto di squadra e tutti i giocatori si sono messi la mano davanti alla bocca prima dello scatto. Gesto che ha voluto simboleggiare l’impossibilità di esprimere liberamente la propria opinione. Inoltre, il capitano e portiere tedesco, ha indossato una fascia bianca con scritto, in nero, ‘No Descrimination’.

Poco dopo il calcio d’inizio della sfida del Gruppo E, la Federcalcio tedesca ha scritto sui propri canali social: “Con la nostra fascia da capitano abbiamo voluto dare l’esempio dei valori che viviamo in Nazionale: diversità e rispetto reciproco. Siamo forti insieme ad altre nazioni. Non si tratta di un messaggio politico: i diritti umani non sono negoziabili. Questo dovrebbe essere ovvio. Purtroppo non lo è ancora. Ecco perché questo messaggio è così importante per noi. Bandire le nostre opinioni dalla fascia è come bandirle dalla bocca. La nostra posizione è ferma”.

The post Germania, foto di squadra con la mano sulla bocca: “I diritti umani non sono negoziabili” appeared first on Tifosinrete.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Qatar 2022